Serra con 380 piante di marijuana nell'Alessandrino: 3 arresti

Red-Alp
·1 minuto per la lettura

Milano, 13 nov. (askanews) - I poliziotti della squadra mobile di Milano, con il coordinamento della procura di Alessandria, hanno arrestato tre albanesi accusati di aver messo in piedi una serra con 380 piante di marijuana in una cascina di Quattordio, nell'Alessandrino. Lo ha riferito in una nota la questura meneghina, spiegando si tratta di due incensurati in regole con le norme in materia di immigrazione (a cui sono stati sequestrati 25mila euro in contanti), mentre il terzo è pregiudicato e proprio grazie a lui gli agenti sono risaliti alla piantagione. L'attività di polizia giudiziaria degli agenti della seconda Sezione della Mobile era infatti iniziata ieri mattina a Cesano Maderno (Monza) dove il pregiudicato, noto agli investigatori come fornitore di stupefacenti delle zona Nord di Milano, è stato controllato e trovato in possesso di documenti intestati ad un cittadino bulgaro, 15 grammi di marijuana, 14mila euro in contanti, documenti su fertilizzanti, concimi, lampade, materiale elettrico per l'allestimento di una "serra", ma soprattutto le bollette di luce e acqua dell'abitazione di Quattordio. L'uomo inoltre, è risultato (con un alias) destinatario di un provvedimento restrittivo perché deve espiare un anno, 6 mesi e 13 giorni di reclusione per aver fatto reingresso illegale in Italia.