Servizi: nel M.O. Daesh conserva una portata destabilizzante

Sav

Roma, 2 mar. (askanews) - Nel 2019 "il quadrante mediorientale ha visto interagire dinamiche di crisi complesse, in forte evoluzione e dalla traiettoria incerta. Questo in un contesto in cui il confronto tra USA e Iran ha fatto registrare nuovi apici di tensione, di potenziale impatto sulla sicurezza internazionale, e mentre DAESH, privato del territorio e, in ottobre, del suo leader al Baghdadi, ha conservato portata offensiva e destabilizzante nella sua ritrovata dimensione insorgente, mantenendo inalterata la sua ambizione a porsi quale riferimento ideologico del jihad globale". È quanto si legge nella Relazione annuale dei Servizi.