I servizi russi arrestano il console ucraino a San Pietroburgo

·1 minuto per la lettura

AGI -  I servizi segreti di Mosca hanno arrestato il console ucraino a San Pietroburgo, Alexander Sosonyuk, accusandolo di aver ricevuto informazioni sensibili da un cittadino russo. L'arresto e' avvenuto ieri, ha precisato l'Fsb

Il diplomatico è stato arrestato "mentre riceveva dati dei servizi di sicurezza" russi, si legge in un comunicato. "Sono attività incompatibili con lo status di diplomatico e hanno un carattere ostili per la Federazione russa", prosegue la nota. L'arresto avviene in un momento di alta tensione tra Mosca e Kiev per il conflitto nelle regioni orientali filo-russe ucraine

Il ministero degli Esteri ucraino ha definito l'arresto del console a San Pietroburgo una "nuova provocazione" russa, nel quadro delle "azioni destabilizzanti" di Mosca nel Donbass.

Secondo quanto riferito da un portavoce, il console è rimasto in stato d'arresto per diverse ore, ma "al momento si trova nella sede diplomatica ucraina, mentre vengono chiarite le circostanze del suo arresto". Kiev "prepara una risposta secondo il principio di reciprocità".