'Servono kamikaze', delirio in chat: in casa gli trovano machete e pugnali

·1 minuto per la lettura

"Servono kamikaze qui… che si fanno saltare insieme a uno di questi politici criminali corrotti…": è quanto postato ieri notte da un utente su una chat nella quale vengono pacificamente scambiate opinioni e notizie sull'evoluzione della pandemia da Covid. La Digos di Firenze ha individuato e perquisito la persona ritenuta autrice del post: si tratta di un 45enne fiorentino già noto alle forze di polizia.

Nella sua abitazione gli investigatori della Questura hanno scoperto un piccolo arsenale di armi bianche: coltelli di varie dimensioni e tipologie, alcuni pugnali, un machete, un'accetta, tirapugni, un manganello telescopico, stelle con lame e punte affilate e una pistola ad aria compressa priva però del previsto tappo rosso.

L'uomo, che avrebbe ribadito di non aver mai avuto intenzione di portare avanti alcuna forma di protesta violenta 'no vax' e 'no green pass', è stato al momento denunciato per i reati di detenzione abusiva di armi e minacce.

La Digos, fa sapere la Questura, continua la sua attività di prevenzione e contrasto "contro queste forme di violenza che di fatto limitano e impediscono la libertà di pensiero di tutti coloro che, con coscienza e senso civico, esprimono liberamente la loro opinione su tematiche di grande interesse sociale".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli