Sessanta lavoratori occupano magazzino Sma nel Milanese

fcz

Milano, 6 mar. (askanews) - Una sessantina di lavoratori della Logitech hanno occupato questa mattina il magazzino del gruppo Sma di Trucazzano, centro del Milanese a est del capoluogo lombardo, dopo l'annuncio dell'azienda di rescindere il contratto a partire dal 20 marzo prossimo. Lo riferise la Filt Cgil precisando che l'occupazione del magazzino continuerà "fino a quando non avranno risposte da parte dell'azienda".

Già nell'ultima settimana, sottolinea ancora il sindacato, Sma aveva bloccato l'arrivo della merce e svuotato i magazzini lasciando senza lavoro agli addetti. Così ieri Logitech ha convocato i suoi dipendenti, che lavorano in appalto per Sma, comunicando la decisione del gruppo di supermercati di rescindere il contratto dal 20 marzo.

Dura la reazione del sindacato che chiede l'avvio di una trattativa mirata alla salvaguardia dei posti di lavoro. "Consideriamo la scelta di svuotare nottetempo i magazzini una scelta arrogante e antisindacale che si prende gioco dei lavorator", denuncia Angelo Piccirillo, segretario generale della Filt Cgil Milano. "Non consentiremo che la libera iniziativa di impresa possa calpestare la dignità dei lavoratori", aggiunge Luca Stanzione Segretario Generale della Filt Cgil Lombardia, che auspica un intervento delle istituzioni £affinché si ripristinino le corrette relazioni industriali".