Sesso: sondaggio, italiani sempre piu' casalinghi ma a letto restano 'machi'

Roma, 8 set. (Adnkronos Salute) - In fila alle poste per pagare le bollette. E subito dopo ai fornelli, o con l'aspirapolvere in mano. Ma quando ci si infila sotto le lenzuola, torna il 'macho' che è in lui. L'italiano è sempre più un casalingo provetto, eppure conserva gelosamente la sua leggendaria arte amatoria: è il ritratto che emerge da un sondaggio online su 750 italiani di differenti fasce d'età, intervistati sul tema della sessualità. I dati parlano chiaro. Dopo l'ufficio l'83% dei rappresentanti del 'sesso forte' aiuta la compagna nelle faccende domestiche e non si riposa neanche sotto le lenzuola. Infatti, solo il 3% lascia a lei l'iniziativa. Il tutto non senza un po' di ansia da prestazione. I risultati vengono presentati in vista della Giornata mondiale della salute sessuale, che si celebrerà a Roma il 10 settembre all'Istituto di sessuologia clinica.

"I dati del sondaggio - ha sottolineato Chiara Simonelli, psicosessuologa dell'università 'Sapienza' di Roma e presidente dell'European Federation of Sexology, durante una conferenza stampa oggi nella Capitale - ci rimandano la fotografia di un uomo stressato per l'ansia di rispondere ad aspettative sociali e femminili molto alte. C'è il suo ruolo pubblico, lavorativo, che mantiene un'importanza prioritaria. C'è il mandato a essere virile, cui non vuole rinunciare: è lui che prende l'iniziativa, e preferisce una partner rassicurante (69%) a una intraprendente (24%). A questi impegni tradizionali si aggiunge quello domestico, sempre più presente, tanto che oggi 8 uomini su 10 aiutano la compagna nelle faccende senza che nè lui nè lei rilevino un'incompatibilità fra questo nuovo ruolo e l'essere 'macho'".

Per l'esperta, "è molto difficile riuscire a svolgere tutto al meglio e quest'ansia, questa tensione si riflettono spesso sulla sessualità, una sfera che più di altre risente della pressione psicologica". Dal sondaggio emerge dunque che "le donne mostrano di saper gestire meglio lo stress - conclude Simonelli - che impatta meno sulla loro sessualità. E anche a capire gli uomini più di quanto questi ultimi capiscano loro. In entrambi i casi, traggono vantaggio da un lungo 'allenamento': da sempre, infatti, sono più abituate a conciliare diversi ruoli e mansioni, dentro e fuori casa".

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno