A settembre torna Art Basel, progetti ambiziosi oltre la fiera

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 19 ago. (askanews) - Dal 24 al 26 settembre Basilea tornerà a essere il centro del mercato globale dell'arte con l'edizione 2021 di Art Basel che, in linea con le altre fiere internazionali, ha spostato in autunno il tradizionale evento primaverile. Per quest'anno, fanno sapere gli organizzatori, sono attese 272 gallerie che spazieranno dai grandi classici alle voci artistiche emergenti. Ma grande interesse rivestono come sempre, la sezione Unlimited, che quest'anno presenta 62 opere di grande scala; la sezione Parcours, dedicata ai lavori site-specific; gli interventi performativi degli artisti Monster Chetwynd e Cecilia Bengolea.

Per quanto riguarda Unlimited, sarà per la prima volta curata da Giovanni Carmine, direttore della Kunst Halle di San Gallo e presenterà opere di grande formato, tra gli altri, di Carl Andre, Robert Rauschenberg, Urs Fischer, Marion Baruch, David Hockney ed Etel Adnan.

Parcours invece resta affidata alla curatela storica di Samuel Leuenberger e si concentrerà sul tema della ricerca della felicità. Le 12 opere site-specific comprenderanno quest'anno anche interventi di Claudia Comte, Hamish Fulton e Bunny Rogers.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli