Settimana nel Mondo - Russia ed ex Csi

Red

Roma, 7 set. (askanews) - Di seguito una selezione della principali notizie della settimana dalla Russia e dai Paesi della ex Comunità degli Stati indipendenti.

La Polonia contro l'idea di Trump di invitare Putin al G7 nel 2020 Presidente Duda in conferenza stampa con vice presidente Usa Pence Roma, 2 set. (askanews) - Il presidente polacco Andrzej Duda ha espresso oggi la sua opposizione all'idea di Donald Trump di invitare il presidente russo Vladimir Putin al prossimo vertice del G7 negli Stati Uniti nel 2020, ricordando l'occupazione russa di una parte dell'Ucraina.

'Dovremmo avere un normale approccio alla Russia? (...) Penso che non possiamo agire come se non ci fosse nulla di sbagliato in questa situazione. Questa è la mia posizione e non esito a esprimerla', ha dichiarato Andrzej Duda in risposta a una domanda in una conferenza stampa congiunta con il vicepresidente americano Mike Pence, come ha riportato la France Presse.

'La Russia occupa la Crimea, abbiamo i distretti di Lugansk e Donetsk (di lingua russa dell'Ucraina, ndr) che sono de facto occupati dalla Russia, un conflitto armato si svolge sempre lì, l'Ucraina 'oggi non ha alcun controllo su questi territori', ha aggiunto il presidente polacco. 'Questa è una situazione che non avrebbe mai dovuto verificarsi in Europa', ha insistito.

La questione dell'invito di Vladimir Putin è stata sollevata da Donald Trump alla fine del G7 a Biarritz, in Francia, mentre altri membri si sono opposti. La Polonia non è un membro del gruppo. La Russia è stata esclusa dall'allora G8 in seguito all'annessione nel 2014 della penisola ucraina di Crimea, condannata dagli occidentali.

Da parte sua, Mike Pence ha adottato un tono cauto, insistendo sulla necessità di 'stare all'erta' con Mosca accusando la Russia di cercare di intervenire alle elezioni e di usare le consegne di gas e petrolio per 'dividere la nostra alleanza'.(Segue)