Settimo Cielo, la droga che rende "cannibali": in California è fobia zombie

Una droga chiamata “Settimo Cielo” e altri stupefacenti conosciuti come “sali da bagno” sarebbero in grado di provocare il cannibalismo nelle persone che se ne servono. Il caso, subito ribattezzato come “attacco zombie”, ha iniziato a fare scalpore dopo che nel centro di Miami un uomo nudo, il 31enne Rudy Eugene, ha mangiato mezza faccia di un clochard prima che la polizia gli sparasse.

Yahoo! Notizie - Il video dell'aggressione


La nuova moda degli studenti cinesi: flebo di droga per superare gli esami
 
La vicenda ha suscitato subito il clamore dei media americani. Come spiegato da Barbara Carreno, portavoce della Drug Enforcement Administration (DEA), nel corso di un’intervista all’AFP, “dovremo attendere gli esami tossicologici per esserne certi, ma sicuramente abbiamo osservato numerosi comportamenti folli. Queste sostanze chimiche sono molto pericolose”. Settimo Cielo contiene stimolanti del cervello chiamati “catinoni”.
 
La Toscana dice sì ai farmaci a base di cannabis
 
Proibita in numerosi Stati americani e finita nella lista nera della DEA dall’ottobre 2011, questa droga in precedenza poteva essere acquistata legalmente nei negozi che vendono cannabis, nei mini market, nei distributori di benzina e online. Un commerciante che prima del divieto vendeva Settimo Cielo racconta: “Costava tra 18 e 40 dollari per confezione. Ad acquistarla era persone di ogni tipo, da clochard ad avvocati, 18enni come 75enni. Erano convinti che fosse un modo per alterare la loro mente senza violare la legge”. Secondo la DEA, i possibili effetti sono “agitazione, insonnia, irritabilità, vertigini, depressione, paranoia, deliri, pensieri suicidi, convulsioni e attacchi di panico”.
 
Scozia e Usa, ecco le nuove “cannabis garden”
 
I precedenti del resto non erano mancati. Sempre a Miami, un 21enne sotto effetto di Settimo Cielo era entrato in un ristorante gridando parole oscene e cercando di mangiare la mano a un ufficiale di polizia. Mark Ryan, esperto di stupefacenti dello Stato della Louisiana, ha dichiarato all’AFP che “i sali da bagno hanno fatto la loro apparizione negli Usa per la prima volta nel 2010, e nel 2011 la loro vendita è schizzata alle stelle. Siamo passati dai 300 casi riportati nei centri di avvelenamento americani nel 2010 agli oltre 6mila nel 2011. Si stima che i casi riportati siano il 25% di quelli totali”. Ryan ha raccontato di casi in cui persone sotto l’effetto di Settimo Cielo “si sono lanciate completamente nude dalle finestre o si sono arrampicate sull’asta di una bandiera”, mentre in Louisiana un uomo si è sparato il giorno dopo avere cercato di tagliarsi la gola. Un rapporto della polizia parla di un ragazzo barricato nell’attico di casa armato di fucile, mentre gridava “Ci sono gli alieni là fuori. Devo ucciderli tutti prima che catturino me e la mia famiglia.

Ricerca

Le notizie del giorno