Settore logistico, Gruppo Sailpost tra le realtà più importanti d’Italia nel comparto

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Prosegue nel migliore dei modi il 2022 di Sailpost S.p.A., società pisana leader nel mercato postale privato italiano, che festeggia un nuovo importante traguardo: l’ingresso tra le 150 realtà più importanti d’Italia nel settore logistico, fondamentale area di business presidiata dal Gruppo.

La classifica, firmata da “Il Giornale della Logistica” e giunta alla 21esima edizione, vede Sailpost al 146esimo posto, 8 gradini più in alto rispetto all’anno precedente, a testimonianza di un percorso di crescita da parte della realtà toscana ormai consolidato.

Guardando alle numeriche del comparto logistico e prendendo come riferimento le prime 1000 realtà presenti in Italia (Fonte: “La Classifica dei primi mille operatori di servizi logistici in Italia / Il Giornale della Logistica), invece, il 2020 ha generato complessivamente 39,876 miliardi di euro, come volume di vendite, con una differenza minima rispetto ai 40,354 miliardi di euro del 2019.

Discorso differente per l’ammontare degli utili, pari a 849 milioni di euro contro i 709 milioni dell’anno precedente (+19,7%).

“Uno sguardo al passato per investire con ancor più forza sul futuro. È questa la chiave di lettura con cui vogliamo celebrare un risultato dalla valenza doppia, perché riferito al fatturato 2020, anno segnato in modo indelebile dalle tante difficoltà derivanti dall’emergenza Covid – afferma Valterio Castelli, Presidente di Sailpost – Il nostro Gruppo negli ultimi anni ha saputo adattarsi a un mercato in continua evoluzione, posizionandosi come società strategica sia sul territorio italiano che su quello internazionale”

Un ulteriore dimostrazione del percorso virtuoso di Sailpost arriva anche dal bilancio consolidato del 2021, chiuso con un fatturato in crescita del 6,98% e un EBITDA che si attesta a €4.347.482, con un peso sui ricavi del 10,82% e un incremento del 124,18% rispetto all’anno precedente.

“La nostra realtà è ormai riconosciuta unanimemente come il secondo operatore postale in Italia, cosa che ci riempie d’orgoglio e ci permette di guardare all’ultimo quarter del 2022 con ancora più entusiasmo, per chiudere al meglio un anno in cui prevediamo un aumento di fatturato di oltre il 50%” conclude Castelli