Seul, strage alla festa di Halloween: 153 morti e 350 dispersi

Seul, strage alla festa di Halloween: 154 morti e 350 dispersi (Photo by Jung Yeon-je / AFP) (Photo by JUNG YEON-JE/AFP via Getty Images)
Seul, strage alla festa di Halloween: 154 morti e 350 dispersi (Photo by Jung Yeon-je / AFP) (Photo by JUNG YEON-JE/AFP via Getty Images)

Centinaia di persone sono state travolte dalla calca a Seul, in Corea del Sud, durante le celebrazioni di Halloween. Si contano almeno 153 morti. Un centinaio i feriti e circa 50 persone in arresto cardiaco. Si registrano 350 dispersi.

VIDEO - La strage di Halloween. A Seul oltre 150 morti per la calca

L’incidente è accaduto nel quartiere di Itaewon, uno dei più frequentati dai giovani, mentre erano in corso i festeggiamenti di Halloween.

Choi Seong-beom, capo dei Vigili del Fuoco di Yongsan di Seoul, ha fatto sapere che il bilancio delle vittime potrebbe aumentare. Stando a quanto emerso dai primi racconti dei testimoni, sembrerebbe che la calca si sia formata nei pressi dell'hotel Hamilton, dove sarebbe stata avvistata una celebrità locale. Qualcosa avrebbe scatenato il panico con centinaia di persone rimaste schiacciate. Le scene apocalittiche, tra grida e momenti di terrore, sono state riprese in decine di video pubblicati sui social e diventati virali in tutto il mondo.

LEGGI ANCHE: "Vi racconto cosa ho visto in quei vicoli infernali a Seul"

I Vigili del Fuoco hanno fatto sapere che decine di persone state colpite da arresto cardiaco. Sul posto sono intervenute 140 ambulanze, con oltre 400 soccorritori schierati in strada per curare i feriti.

Le autorità hanno subito diffuso messaggi di emergenza, esortando le persone presenti in zona a tornare rapidamente a casa. La polizia ha tenuto a bada la folla con cordoni di sicurezza.

Seul, strage alla festa di Halloween: 153 morti e 350 dispersi (Foto Facebook)
Seul, strage alla festa di Halloween: 153 morti e 350 dispersi (Foto Facebook)

"Molti giovani erano riuniti qui stasera. Molte persone sono venute alla festa indossando costumi e molte persone che ho visto erano sconvolte e sotto choc", ha riferito il corrispondente della Bbc.

Il presidente sudcoreano Yoon Suk-yeol ha subito convocato una riunione d'emergenza per una delle più gravi tragedie nazionali del suo Paese e impostare il coordinamento dei soccorsi. "La priorità assoluta è il trasporto e il salvataggio dei pazienti e la fornitura di cure mediche tempestive alle persone colpite", ha dichiarato Yoon. Il sindaco di Seul, Oh Se-hoon, era in visita in Europa, ma ha deciso di tornare immediatamente in città.

I messaggi di cordoglio dal mondo

A inviare il proprio cordoglio per quanto accaduto nella Capitale sudcoreana è il presidente cinese Xi Jinping, che ha inviato un messaggio di condoglianze al presidente della Corea del Sud, Yoon Suk-yeol. Nel suo messaggio, come riferisce l'agenzia di stampa "Xinhua", Xi si è detto scioccato da quanto avvenuto e ha esteso a nome del popolo cinese le condoglianze alle famiglie delle vittime. Il presidente, inoltre, ha confermato che diversi cittadini cinesi sono rimasti uccisi nella ressa e ha chiesto al Governo coreano di fare ogni sforzo per curare i feriti.

Non solo Xi Jinping: anche gli Usa hanno inviato messaggio di condoglianze alle famiglie delle vittime. "Siamo stati profondamente rattristati dall'apprendere della ressa mortale a Seul. Inviamo i nostri pensieri e le più sentite condoglianze alla famiglia e agli amici dei defunti e dei feriti, nonché al popolo della Corea del Sud mentre piange questa orribile tragedia", ha dichiarato in un tweet il segretario di stato Antony Blinken.

Le condoglianze sono arrivate anche dal presidente russo Vladimir Putin.