Severodonetsk, bombe su impianto chimico Azot

(Adnkronos) - Le forze russe controllano la maggior parte della città ucraina di Severodonetsk e stanno bombardando pesantemente la città gemella di Lysychansk, causando gravi danni. Lo ha affermato il governatore della regione di Luhansk, Serhiy Hayday. "I russi stanno distruggendo tutto con attacchi aerei e artiglieria, stanno bombardando sia le strutture industriali che i quartieri civili", ha detto. "I nemici - ha dichiarato - continuano a cercare senza successo i punti deboli nella difesa di Severodonetsk, mentre sparano a quartieri pacifici e strutture industriali nella regione di Luhansk. Nella notte hanno preso di mira due volte l'impianto chimico Severodonetsk Azot, danneggiandone almeno due strutture, una delle quali serve a produrre ammoniaca".

Hayday ha spiegato che le forze ucraine non hanno avuto altra scelta che fare una ritirata tattica temporanea, ma hanno mantenuto il controllo della zona industriale di Serverodonetsk, un'area chiave alla periferia della città.

Se l'Occidente fornisse armi a lungo raggio, i combattenti ucraini sarebbero in grado di "ripulire Severdonetsk in due o tre giorni'' dalla presenza di militari russi, sostiene Haidai, aggiungendo che si continua a combattere strada per strada e per questo è impossibile provvedere con l'evacuazine dei civili. ''Il silenzio a Sievierdonetsk dura solo quando le armi vengono ricaricate. Continuano i combattimenti di strada nel centro'', ha scritto Haidai su Telegram. ''I russi aderiscono alle loro tattiche primitive: fuoco di artiglieria pesante, quindi - tentativi di sfondamento. La stessa cosa è accaduta nelle già distrutte Rubizhne e Popasna'', ha aggiunto, spiegando che ''il nemico sta colpendo con forza la zona industriale, che controlliamo''.

A Severodonetsk si combatte "una battaglia brutale, che decide il destino del Donbass". Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in un discorso video citato da Ukrinform. "Nel 105mo giorno di una guerra su vasta scala rimane l'epicentro dello scontro nel Donbass. Difendiamo le nostre posizioni, infliggiamo perdite significative al nemico - sostiene Zelensky - È una battaglia molto brutale, molto difficile. Probabilmente uno delle più difficili durante questa guerra". Il presidente ucraino si dice "grato a tutti coloro" impegnati nella difesa della città, "è qui che il destino del nostro Donbass viene deciso".

INTELLIGENCE GB: 'TRUPPE RUSSE CERCANO DI AVANZARE VERSO IZYUM'

Nelle ultime 48 ore le forze orientali russe stanno aumentando i propri sforzi per avanzare a sud di Izium, anche con l'obiettivo di esercitare una maggiore pressione su Severdonetsk e proseguire in profondità nella provincia di Donetsk. E' quanto scrive l'intelligence britannica nel suo ultimo rapporto sulla guerra in Ucraina, sottolineando che si continua a combattere a Severdonetsk.

I progressi della Russia sull'asse di Izium erano bloccati da aprile, ricorda il ministero della Difesa di Londra, sottolineando che le forze ucraine erano riuscita a rallentare l'avanzata russa. Dopo aver subito importanti perdite nella fallita avanzata su Kiev, secondo l'intellogence britannica Mosca si è impegnata a ricostruire le forze orientali russe, anche se le sue unità probabilmente rimangono sottodimensionate.

RUSSI PREPARANO NUOVO ATTACCO A SLOVYANSK

"Ieri sera gli occupanti russi hanno continuato a terrorizzare la popolazione civile della regione con massicci bombardamenti. A Kharkiv sono stati colpiti un bar, una biblioteca scolastica e un negozio. Due persone sono state uccise e quattro sono rimaste ferite", comunica su Telegram il governatore Oleg Synegubov, facendo il punto sugli attacchi delle ultime 24 ore, che hanno causato danni e feriti anche nel resto della regione, dove - dice il capo dell'amministrazione - "i combattimenti continuano. Nella direzione di Kharkiv, il nemico è concentrato sulla difesa e aggira". Invece "nella zona di Izyum, gli occupanti stanno preparando un altro tentativo di attaccare Slovyansk e Barvinkove", riferisce Synegubov, assicurando che "il nostro esercito è pronto a respingere tutti gli attacchi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli