Sfonda porta ex fidanzato e gli lancia contro un masso

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Ha sfondato la porta d'ingresso della casa dell'ex fidanzato e gli ha lanciato contro un masso in cemento. Lei è di Miglianico (Ch) e si imbestialisce quando, dopo vari tentativi, non riesce a parlare con l’ormai ex fidanzato, un 33enne residente a Francavilla al Mare (Ch). Ci prova in tutti i modi, ma l’uomo non risponde, forse anche perché è in detenzione domiciliare e potrebbe passare i guai se avesse contatti con l’esterno.

La ragazza però non vuole sentire ragioni e, alle otto di sera, si presenta davanti a casa di lui. L’uomo, che è nell’appartamento con la madre, si rifiuta di aprire e lei inizia a prendere a calci la vecchia porta di legno: alla fine riesce a romperla e si fionda su di lui, prima tirandogli contro un blocco di cemento, raccolto fuori dall’abitazione; poi afferra un coltello da cucina, che brandisce come una spada, minacciando entrambi.

Chiamati in soccorso sia i carabinieri di Francavilla che il 118, che trovano la ragazza mentre urla insulti all’indirizzo dell’uomo. Cercano di calmarla, inutilmente: così la prelevano e, ancora in stato di agitazione, la portano all’ospedale. Lui, che ha riportato escoriazioni al braccio e lesioni al collo da graffi, viene medicato sul posto e, insieme alla madre, il giorno seguente va dai carabinieri e presenta querela contro la ex per violazione di domicilio, minaccia, percosse e lesioni.