Sfregiò un 21enne fuori da discoteca a Milano: arrestato 32enne

Alp

Milano, 11 feb. (askanews) - I carabinieri della Compagnia di Porta Monforte, hanno arrestato un salvadoregno di 32 anni, Armando Osmin Perez Solorzano, per il tentato omicidio di un suo connazionale di 21 anni, ferito gravemente alla gola e al mento con un coccio di bottiglia la notte del 15 dicembre 2019 nei pressi della discoteca "Baia Club" in zona Rovereto a Milano.

Lo ha riferito l'Arma, spiegando che al 32enne, con precedenti di polizia e sedicente appartenente alla gang "MS13", è stata notificata un'ordinanza di custodia cautelare nel carcere di Pavia, dove si trova dal 31 dicembre scorso dopo una rapina compiuta in un supermercato di Abbiategrasso, nel Milanese.

Secondo quanto riferito dai militari, i due non si conoscevano e si erano incontrati per caso in discoteca dove avevano avuto un diverbio. In particolare l'arrestato lo aveva insultato accusandolo di essere un membro di una gang rivale, e poi lo aveva aggredito fuori da locale, lasciandogli sul volto uno sfregio permanente. Quella della gang sembra essere un'ossessione per Solzano, che agli investigatori non risulta affatto che sia affiliato ad alcuna "pandilla" malgrado lo sostenga e ostenti questa sua militanza firmando con la sigla "MS13" gli atti giudiziari.

Per individuare il presunto colpevole e ricostruire l'aggressione, i carabinieri non hanno trovato alcuna collaborazione da parte dei presenti ai fatti e, in assenza di un sistema di videosorveglianza attivo nel locale, fondamentale sono state le immagini riprese da una telecamera posta in un vicino condominio.