Sgarbi sente una voce e si commuove: “È come se mamma fosse qui”

Vittorio Sgarbi si commuove

Anche se di solito è irruento, stavolta Vittorio Sgarbi ha dovuto trattenere a fatica le lacrime. Il critico d’arte si è infatti commosso ascoltando in tv la voce di una persona a lui molto cara, ormai scomparsa.

La voce della mamma di Sgarbi

Pierluigi Diaco è riuscito a far commuovere anche Vittorio Sgarbi. Nel corso della trasmissione “Io e te di notte”, il conduttore ha infatti fatto ascoltare al sindaco di Sutri un audio che lo ha toccato in maniera particolare.

“Certo che ho voglia di rivederlo perché lo vedo pochissimo. Capita che arrivi alle 4 e mezzo del mattino, e allora ci alziamo perché lui va a letto alle otto e poi si alza il pomeriggio. Allora bisogna preparargli da mangiare anche se sono le 7 del mattino perché lui arriva sempre a digiuno. E allora siamo lì, ci racconta, ci chiede che cosa facciamo, ci dice che ha voglia di vederci ma è un pezzettino che non viene adesso”.

Il miracolo della tecnologia

“È la voce di mia madreconfessa con un po’ di magone il critico d’arte. “È un po’ malinconico sentirla visto che non c’è più, – confessa quindi – ma lo sono sempre quelle delle persone che se ne sono andate. Ed è vero che le voci dei morti – in questo caso quella di mia madre – hanno la potenza di qualcosa che non finisce”.

Vittorio Sgarbi riflette su quanto la nostra generazione “sia fortunata” perché, spiega: “Mentre non abbiamo la parola (registrata, ndr) di Platone , di Ariosto, di Petrarca e di Raffaello negli ultimi cento anni possiamo invece registrarci e continuare a vivere, vedendoci in televisione quando non ci saremo più o sentendo le voci“. “Tu – conclude quindi il deputata – mi hai fatto sentire mia madre come se fosse qui”.