Sgomberato edificio occupato a Pisa, Salvini: finita... -2-

Red/Nav

Roma, 30 lug. (askanews) - "Stamattina è stato sgomberato il centro anarchico 'Galeone occupato' nel quartiere di Porta a Lucca. Dopo aver minacciato giornalisti e cittadini, gli occupanti sgomberati si sono distinti nel corso della giornata per comportamenti indegni e azioni contro il patrimonio della città, imbrattando le mura medievali alla Porta di San Zeno, sradicando cartelli stradali e persino arrivando a imbrattare il palazzo comunale, rompendo la porta di accesso". Così afferma in una nota il sindaco di Pisa, Michele Conti, ricordando i danneggiamenti e gli imbrattamenti causati in città dagli anarchici a seguito dello sgombero del centro sociale 'Galeone'.

"Una provocazione inaccettabile, tanto più grave perché avvenuta durante il consiglio comunale, il consesso che rappresenta tutta la comunità cittadina. Pisa merita rispetto, qui non c'è spazio per gli incivili: i responsabili dei reati spero siano individuati dalle forze dell'ordine per le azioni dovute e mi auguro che tutte le forze politiche condannino con fermezza queste azioni inqualificabili. Ringrazio il Prefetto e il Questore per lo sgombero di stamani e per il lavoro che spetta loro nei prossimi giorni", continua il primo cittadino.