Sgomberi a Roma, CasaPound non c'è

webinfo@adnkronos.com
Non c'è lo stabile di via Napoleone III occupato da CasaPound nella lista dei 23 immobili che saranno sgomberati a partire dalla primavera 2020, pubblicata oggi dalla Prefettura di Roma. Una nuova lista che, in base al decreto sicurezza targato Salvini, stabilisce come criterio prioritario per lo sgombero le pronunce dell'Autorità Giudiziaria che gravano sui vari edifici. Intanto però, informa la sindaca di Roma Virginia Raggi con un tweet, "finalmente @agenziademanio ha avviato iter per lo sgombero di Casapound. Bene, questa situazione non è più tollerabile. Basta privilegi sulle spalle dei cittadini". Prima dei 23 immobili, toccherà all'edificio in via del Caravaggio a Tor Marancia e all'ex Asl di via Antonio Tempesta a Tor Pignattara. Due immobili, già nella lista rossa stilata dall'ex Prefetto Paola Basilone, dove vivono circa 500 persone, oltre 300 solo a Tor Marancia. "Il palazzo è mantenuto bene, le famiglie che ci stanno hanno la residenza, pagano le utenze e il Comune sa quello che succede. E' una situazione assolutamente non prioritaria rispetto a tante altre. Però oggi, dopo 15 anni, l'Agenzia del Demanio ha avviato l'iter per la procedura dello sgombero... prima non si era mai visto". Così CasaPound commenta all'Adnkronos l'avvio da parte del Demanio della procedura di sgombero dei locali occupati."C'è un altro stabile di proprietà del Demanio - continuano dal movimento -, una caserma ad Ostiense in cui vivono 160 famiglie, che non è nella lista degli sgomberi, come mai? Il Demanio se n'è disinteressato? Comunque, siamo disponibili al dialogo: se qualcuno vuole proporci qualcosa, siamo pronti ad ascoltare. Le famiglie sarebbero anche disposte a pagare un canone sociale al Demanio".  Ecco la lista completa:immobile sito in Via Prenestina 913 (Mun. V) di proprietà "Ca.Sa. SrL" occupato il 27 marzo; Immobile sito in Via Torrevecchia 158 (Mun. XIV) di proprietà "Casa di cura Valle Fiorita SrL" occupato il 6 dicembre 2012; Immobile sito in Viale delle Province 196/198 (Mun. II) di proprietà "Investire Immobiliare SGR, SpA" occupato il 6 dicembre 2012; Immobile sito in Via Prenestina 944 (Mun. V) di proprietà Unicredit Leasing s.p.a. occupato il 6 dicembre 2012; Immobile sito in Via Collatina 385 (Mun. V) di proprietà "Idea Fimit SGR SpA" occupato 12 ottobre 2004. Ma anche l'immobile sito in Via Umberto Partini 21 (Mun. IV) di proprietà della RCS Pubblicità di Parma occupato 18 ottobre 2002; Immobile sito in Via Tiburtina 1099 (Mun. IV) di proprietà "BAMI SrL" occupato il 12 ottobre 2013; N.8 in via Roccagiovine 267 (Mun. IV ) in curatela fallimentare per conto della società Lanciostory occupato il 28 giugno 2013; N.9 Immobile sito in Piazza dei Sanniti 9/a (Mun. II) di proprietà "Area Domus SrL" affittato alla "Camene SpA" occupato 15 aprile 2011 e l'immobile sito in Via del Policlinico 137 (Mun. II) di proprietà "Cammeo Azzurro SrL" occupato il 4 dicembre 2009.Gli altri tredici edifici che saranno sgomberati sono l'immobile sito in Via Mattia Battistini 113/117 (Mun. XIV) di proprietà "Enasarco" occupato il 28 giugno 2013; l'immobile sito in Via dei Castani 42-44-46 (Mun. V) di proprietà Eredi di Attili Roberto occupato il 25 settembre 2008; l'immobile sito in via Tiburtina 1064 (Mun. IV) di proprietà ICMT SrL occupato il 6 aprile 2013; l'immobile ex cinodromo sito in Via della Vasca Navale 6 (Mun. VIII) di proprietà Comune di Roma occupato 20 novembre 2002; l'immobile sito in Via delle Sette Chiese 186 (Mun. VIII) di proprietà "Daunia srl" occupato il 30 ottobre 2003; l'immobile sito in Piazza Santa Maria della Pietà 5 pad. 25 e 31 (Mun. XV) di proprietà ASL RM E occupato 15 ottobre 2004; l'immobile sito in Via Gian Maria Volonté (Mun. III) di proprietà Cooperativa Sociale "Urania 2000" occupato il 3 novembre 2007; l'immobile sito in Via Lucio Sestio 10 (Mun. VII) di proprietà Società Atac occupato 8 marzo 2008; l'immobile sito in Via Vittorio Amedeo II 16 (Mun. I) di proprietà "INPS" occupato il 9 novembre 2008; l'immobile sito in Via dei Radiotelegrafisti 44 (Mun. IX) di proprietà "Cotral SpA" occupato il 27 novembre 2008; Locali commerciali siti al piano terra dell'immobile sito in Via Aldo Capitini 57 (Mun. VI) di proprietà "Gestim SrL" occupati il 5 dicembre 2013.In fondo alla lista l'immobile sito in Via Tor de Schiavi 101 (Mun. V) di proprietà "Acea Distribuzione" occupato il 26 ottobre 2013 e l'immobile sito in Corso d'Italia 108 (Mun. II) di proprietà Inps ex INPDAP occupato il 16 febbraio 2007.

Non c'è lo stabile di via Napoleone III occupato da CasaPound nella lista dei 23 immobili che saranno sgomberati a partire dalla primavera 2020, pubblicata oggi dalla Prefettura di Roma. Una nuova lista che, in base al decreto sicurezza targato Salvini, stabilisce come criterio prioritario per lo sgombero le pronunce dell'Autorità Giudiziaria che gravano sui vari edifici. Intanto però, informa la sindaca di Roma Virginia Raggi con un tweet, "finalmente @agenziademanio ha avviato iter per lo sgombero di #Casapound. Bene, questa situazione non è più tollerabile. Basta privilegi sulle spalle dei cittadini". Prima dei 23 immobili, toccherà all'edificio in via del Caravaggio a Tor Marancia e all'ex Asl di via Antonio Tempesta a Tor Pignattara. Due immobili, già nella lista rossa stilata dall'ex Prefetto Paola Basilone, dove vivono circa 500 persone, oltre 300 solo a Tor Marancia. 

"Il palazzo è mantenuto bene, le famiglie che ci stanno hanno la residenza, pagano le utenze e il Comune sa quello che succede. E' una situazione assolutamente non prioritaria rispetto a tante altre. Però oggi, dopo 15 anni, l'Agenzia del Demanio ha avviato l'iter per la procedura dello sgombero... prima non si era mai visto". Così CasaPound commenta all'Adnkronos l'avvio da parte del Demanio della procedura di sgombero dei locali occupati."C'è un altro stabile di proprietà del Demanio - continuano dal movimento -, una caserma ad Ostiense in cui vivono 160 famiglie, che non è nella lista degli sgomberi, come mai? Il Demanio se n'è disinteressato? Comunque, siamo disponibili al dialogo: se qualcuno vuole proporci qualcosa, siamo pronti ad ascoltare. Le famiglie sarebbero anche disposte a pagare un canone sociale al Demanio".  

Ecco la lista completa:immobile sito in Via Prenestina 913 (Mun. V) di proprietà "Ca.Sa. SrL" occupato il 27 marzo; Immobile sito in Via Torrevecchia 158 (Mun. XIV) di proprietà "Casa di cura Valle Fiorita SrL" occupato il 6 dicembre 2012; Immobile sito in Viale delle Province 196/198 (Mun. II) di proprietà "Investire Immobiliare SGR, SpA" occupato il 6 dicembre 2012; Immobile sito in Via Prenestina 944 (Mun. V) di proprietà Unicredit Leasing s.p.a. occupato il 6 dicembre 2012; Immobile sito in Via Collatina 385 (Mun. V) di proprietà "Idea Fimit SGR SpA" occupato 12 ottobre 2004. Ma anche l'immobile sito in Via Umberto Partini 21 (Mun. IV) di proprietà della RCS Pubblicità di Parma occupato 18 ottobre 2002; Immobile sito in Via Tiburtina 1099 (Mun. IV) di proprietà "BAMI SrL" occupato il 12 ottobre 2013; N.8 in via Roccagiovine 267 (Mun. IV ) in curatela fallimentare per conto della società Lanciostory occupato il 28 giugno 2013; N.9 Immobile sito in Piazza dei Sanniti 9/a (Mun. II) di proprietà "Area Domus SrL" affittato alla "Camene SpA" occupato 15 aprile 2011 e l'immobile sito in Via del Policlinico 137 (Mun. II) di proprietà "Cammeo Azzurro SrL" occupato il 4 dicembre 2009.Gli altri tredici edifici che saranno sgomberati sono l'immobile sito in Via Mattia Battistini 113/117 (Mun. XIV) di proprietà "Enasarco" occupato il 28 giugno 2013; l'immobile sito in Via dei Castani 42-44-46 (Mun. V) di proprietà Eredi di Attili Roberto occupato il 25 settembre 2008; l'immobile sito in via Tiburtina 1064 (Mun. IV) di proprietà ICMT SrL occupato il 6 aprile 2013; l'immobile ex cinodromo sito in Via della Vasca Navale 6 (Mun. VIII) di proprietà Comune di Roma occupato 20 novembre 2002; l'immobile sito in Via delle Sette Chiese 186 (Mun. VIII) di proprietà "Daunia srl" occupato il 30 ottobre 2003; l'immobile sito in Piazza Santa Maria della Pietà 5 pad. 25 e 31 (Mun. XV) di proprietà ASL RM E occupato 15 ottobre 2004; l'immobile sito in Via Gian Maria Volonté (Mun. III) di proprietà Cooperativa Sociale "Urania 2000" occupato il 3 novembre 2007; l'immobile sito in Via Lucio Sestio 10 (Mun. VII) di proprietà Società Atac occupato 8 marzo 2008; l'immobile sito in Via Vittorio Amedeo II 16 (Mun. I) di proprietà "INPS" occupato il 9 novembre 2008; l'immobile sito in Via dei Radiotelegrafisti 44 (Mun. IX) di proprietà "Cotral SpA" occupato il 27 novembre 2008; Locali commerciali siti al piano terra dell'immobile sito in Via Aldo Capitini 57 (Mun. VI) di proprietà "Gestim SrL" occupati il 5 dicembre 2013.In fondo alla lista l'immobile sito in Via Tor de Schiavi 101 (Mun. V) di proprietà "Acea Distribuzione" occupato il 26 ottobre 2013 e l'immobile sito in Corso d'Italia 108 (Mun. II) di proprietà Inps ex INPDAP occupato il 16 febbraio 2007.