Sgominata la banda della mascherina: sei rapine in meno di un mese

banda della mascherina

Un’indagine coordinata dal gruppo reat contro la Procura di Roma (sotto il coordinamento di Lucia Lotti) ha sgominato la banda della mascherina. Questi rapinatori effettuavano i loro colpi con il volto coperto appunto da una mascherina. Inoltre, indossavano caschi sulla testa ed erano armati di pistola. Una volta fatta irruzione nel negozio prescelto, si impossessavano del denaro presente nelle casse e infine fuggivano sui loro scooter. I carabinieri di Ostia, però, hanno messo fine alle numerose rapine (sei in meno di un mese). Quattro persone considerate responsabili delle rapine a vario titolo sono state fermate.

Sgominata la banda della mascherina

I carabinieri hanno identificato quattro persone ritenute responsabili di rapina a mano armate e ricettazione. Si tratta della banda della mascherina che effettuava le rapine indossando mascherine, caschi e utilizzando alcune pistole. I quattro fermati, da quanto si apprende dal Messaggero, risiedono a Roma e sarebbero responsabili di almeno 6 rapine in meno di un mese. Tre di loro, inoltre, avrebbero precedenti penali. I furti si sono verificati nel mese di luglio nel X Municipio della capitale, tutti con lo stesso schema. I carabinieri, infine, hanno disposto sui quattro un fermo di indiziato di delitto.

Le indagini

Grazie al vaglio di registrazioni, immagini delle telecamere di videosorveglianza e l’analisi dei tabulati telefonici, gli inquirenti hanno identificato i quattro rapinatori. Ogni rapina, infatti, era riconducibile alla stessa banda e non scollegata dal precedente colpo. Inoltre, nel corso delle perquisizioni è stata trovata una pistola riconducibile alla rapina: una calibro 7,65 con matricola abrasa.