Shailene Woodley: «Ho attraversato un periodo molto buio»

Shailene Woodley è reduce da un periodo «molto buio e difficile».

Durante un’intervista per PORTER, la star di «Big Little Lies» ha raccontato di essere stata molto male durante le riprese della nuova serie tv «Three Women», coincise con la fine della relazione con il quarterback NFL Aaron Rodgers.

I due si erano fidanzati ufficialmente nel febbraio 2021, ma la loro love story è naufragata a inizio 2022.

«Quelle riprese sono state molto difficili perché stavo attraversando uno dei periodi più bui e duri della mia vita. Era inverno a New York e la mia vita personale stava andando a rotoli. Mi è sembrato di vivere in una grande bolla di dolore per otto mesi», ha raccontato. «Per fortuna potevo andare al lavoro, piangere e processare le mie emozioni attraverso il mio personaggio».

Per Shailene non è stato facile gestire le attenzioni mediatiche attorno alla sua relazione con Aaron.

«Era la prima volta in cui avevo, per così dire, una relazione famosa. Osservavo lo scrutinio, le opinioni e il desiderio della gente di conoscere dettagli della mia vita, della sua vita e della nostra vita. Mi sono sentita violata», ha aggiunto la 31enne. «Sono una persona molto riservata e, ogni volta che postavo qualcosa, mi sembrava di condividere troppi aspetti di me stessa con persone di cui non mi fido».

«Three Women», basato sull’omonimo libro di Lisa Taddeo, debutterà su Showtime.