Shmuel Peleg: "Da grande Eitan mi dirà, nonno hai fatto tutto il possibile per salvarmi”

·1 minuto per la lettura
Shmulik Peleg in una foto postata sul profilo Facebook dalla figlia Tal Peleg, tra le vittime della tragedia della funivia del Mottarone, 13 settembre 2021. +++ATTENZIONE LA FOTO NON PUO' ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L'AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA+++ (Photo: FACEBOOK TAL PELEG ANSA)
Shmulik Peleg in una foto postata sul profilo Facebook dalla figlia Tal Peleg, tra le vittime della tragedia della funivia del Mottarone, 13 settembre 2021. +++ATTENZIONE LA FOTO NON PUO' ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L'AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA+++ (Photo: FACEBOOK TAL PELEG ANSA)

“Io non riesco proprio a capire quello che mi stai chiedendo. Ho ricevuto un’opinione legale e sono passato per la frontiera con una regolare vidimazione dei passaporti”. Così Shmuel Peleg, nonno di Eitan, ha risposto ad una domanda sul ‘rapimento’ del nipote nelle anticipazioni dell’intervista data a Canale 12 e che sarà trasmessa integralmente domani sera.

Alla domanda se non abbia paura che un giorno Eitan possa leggere da grande su Internet quello che è successo e sul “brutto conflitto” fra due famiglie, Shmuel Peleg, visibilmente emozionato, ha risposto: “Mi dirà, nonno hai fatto tutto il possibile per salvarmi”. Poi ha aggiunto: “Quando mia figlia (Tal, ndr) un giorno mi incontrerà in cielo sarà fiera di me che ho salvato suo figlio, che l’ho portato a casa sua”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli