Shoah, Di Segni: grati per messaggio ed esempio di Alberto Sed

Gci

Roma, 3 nov. (askanews) - "Con Alberto Sed ci lascia una voce incrollabile di Memoria. Un testimone degli orrori del Novecento che, senza tregua, mettendo avanti a tutto il proprio appassionato impegno civile, si è dedicato all'incontro e al racconto di quegli orrori con le nuove generazioni". Questo il ricordo di Noemi Di Segni, Presidente dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane dopo la scomparsa a Roma all'età di 91 anni di Alberto Sed, sopravvissuto al campo di sterminio nazista di Auschwitz-Birkenau.

"Il suo messaggio di vita, speranza e consapevolezza è il più grande regalo che Alberto Sed ha fatto ai suoi interlocutori in tutti questi anni. Un contributo che, - aggiunge la Di Segni - declinato in incontri con le scuole, conferenze, libri e molte altre iniziative cui non si è mai sottratto, non sarà dimenticato. Grazie Alberto, grazie di tutto. Sia il tuo ricordo di benedizione".