Shoah, Schiavone (Cgie): intolleranza e indifferenza cause deriva -2-

Dmo/Red

Roma, 27 gen. (askanews) - "La cesura con quelle idee nel mondo occidentale non è mai stata netta e radicale. Anzi, come un fiume carsico quel pensiero genera epigoni e riemerge in particolare quando le istituzioni si flettono, abdigano al malcelato populismo e si indeboliscono, come sta avvenendo nei paesi, che hanno vissuto tragicamente quegli anni e subito quelle nefaste tragedie. Sono riprese l'intolleranza nei confronti delle vittime dell'antisemitismo, le forme di odio razziale surrogate dal negazionismo, che si nutrono di un fecondo proselitismo politico imbastito sul rifiuto verso le nuove migrazioni e il diverso, sulla sicurezza e sulla proposta dell'uomo forte al comando. Diceva Voltaire 'le streghe hanno smesso di esistere quando noi abbiamo smesso di bruciarle'".

"Quindi, la lotta contro il razzismo e la xenofobia costituiscono le fondamenta dei diritti umani sulle quali vanno erette le colonne portanti della tolleranza e della dignità, per definire e costruire una società libera e democratica - sottolinea Schiavone - Oggi si dovrebbe tenere alta la guardia sugli eccessi e malversazioni ideologiche, e evitare l'indifferenza e la sottovalutazione del 'wiedergeburt', la rinascita, dell'odio sociale, culturale e politico che alimenta mostri".(Segue)