Shoah, Schiavone (Cgie): intolleranza e indifferenza cause deriva -4-

Dmo/Red

Roma, 27 gen. (askanews) - "La giornata della memoria delle vittime dell'olocausto deve far riflettere sui problemi del nostro tempo, in un periodo storico in cui la regola aurea tende a 'vivere senza problemi nell'individualismo e nell'indifferenza', che la senatrice a vita Liliana Segre, superstite dell'Olocausto, in questi giorni ha definito '… essere la chiave per comprendere la ragione del male, perché quando credi che una cosa non ti tocchi, non ti riguardi, allora non c'è limite all'orrore. L'indifferente è complice. Complice dei misfatti peggiori'. L'alternativa all'individualismo e all'indifferenza come diceva Don Milani è, I Care, me ne importa, mi sta a cuore. E' il contrario del motto fascista 'me ne frego'".

"Quanto è avvenuto nella tragedia della Shoah è successo nell'indifferenza di molti e con il sacrificio e la solidarietà dei pochi e coraggiosi, resta un monito per conoscere e capire il senso della vita, la bontà e il degrado più infido dell'orrore umano che scese nelle viscere dell'inferno", conclude.