Shock negli Usa, agenti frustano migranti al confine con il Messico

·2 minuto per la lettura
Sawyer Hackett (Twitter)
Sawyer Hackett (Twitter)

A poche ore dal debutto di Joe Biden all'assemblea generale dell'Onu, foto di guardie di frontiera a cavallo che respingono migranti nei pressi di Del Rio in Texas stanno suscitando sconcerto negli Stati Uniti.

i media Usa hanno diffuso immagini che sembrano mostrare agenti della polizia di frontiera americana a cavallo mentre usano la frusta contro i migranti che chiedono asilo al confine col Messico. In un'istantanea scattata da un fotografo dell'Afp, un agente a cavallo afferra un uomo per la maglietta. In un'altra, tiene a bada un gruppo girando le redini, in una posizione minacciosa.

Pattuglie equestri sono state dispiegate domenica vicino al fiume Rio Grande dove migliaia di migranti, la maggior parte haitiani, si sono accampati da diversi giorni nella speranza di essere ammessi negli Stati Uniti.

"Ho visto alcune delle immagini, non ho il contesto completo ma non riesco a immaginare quale contesto lo renderebbe appropriato", ha commentato la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki. "Penso che nessun che abbia visto quelle immagini pensi sia accettabile o appropriato", ha aggiunto. "La gente - ha proseguito -, è "comprensibilmente" offesa dalla possibilità che le forze dell'ordine usino le fruste o oggetti simili contro i migranti...".

Un caso imbarazzante di diritti umani per l'amministrazione Biden e per il suo ministro Alejandro Mayorkas, primo responsabile degli Interni ispanico degli Stati Uniti, anche lui figlio di rifugiati (cubani). Quanto alla decisione di Joe Biden di rimpatriare tutti i migranti alla frontiera, Psaki ha detto: "Non è questo il momento di venire". 

Il governo Biden ha annunciato l'apertura di un'inchiesta per fare luce sui fatti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli