Show al Circo Massimo: in 45mila per i 10 anni dei Thegiornalisti

Roma, 9 set. (askanews) - In 45mila hanno cantato e ballato per la grande festa dei Thegiornalisti: dieci anni di carriera in uno show unico al Circo Massimo di Roma. La prima band italiana ad esibirsi nella location, davvero suggestiva. Un palco pazzesco, a forma di Y, a richiamare quello dei Coldplay, dieci maxischermi, una scenografia meravigliosa per la band romana, fondata da Tommaso Paradiso, Marco Primavera (alla batteria) e Marco Antonio Musella (alla chitarra).

Lo show inizia sulle note di "Completamente" per poi passare per brani come "L'ultimo giorno della vita", "Love", "Il tuo maglione mio". Il pubblico si scalda, le luci dei cellulari di 45mila fan in delirio fanno da contorno alla scenografia già suggestiva.

Non mancano ospiti d'eccezione, come ogni festa che si rispetti. Il primo a salire sul palco è Franco126 per il duetto "Stanza singola". "Per i giornali dovevamo essere in 15 - ironizza ancora il cantante romano - stocaz... di flop", dice lanciando una stoccata ad alcuni giornalisti che avevano scritto di un flop nelle vendite per il mega-concerto.

Sul palco arrivano poi Luca Carboni con cui Paradiso si esibisce in "Luca lo stesso", Dardust, al piano sulle note di "Questa nostra stupida canzone d'amore", Calcutta ed Elisa. Lo spettacolo è un crescendo, fino al momento in cui il trio - Paradiso, Musella e Primavera - si prende la scena al centro del palco in un intermezzo acustico in cui Paradiso imbraccia la chitarra e Primavera duetta con Tommaso.

Il finale è un crescendo di emozioni con "New York", "Riccione", "Maradona y Pelé" e "Felicità puttana", l'inno che chiude il concerto. "Questa è stata probabilmente la notte più bella della mia vita", conclude Paradiso. Il trio sembra più unito che mai. Le voci di una crisi sono rimandate.