Si addormenta in aereo, al risveglio scopre che un uomo le aveva slacciato gli abiti e la stava molestando. Lui rischia l'ergastolo

Huffington Post

Un uomo, accusato di aver spogliato e palpato una donna mentre era addormentata su un volo della Spirit Airlines, potrebbe trascorrere il resto dei suoi giorni in prigione. Stando a quanto riportato dalla CNN, l'indiano Prabhu Ramamoorthy, 35 anni, è stato accusato di molestia sessuale e, secondo il tribunale del Michigan, rischia l'ergastolo: la sentenza definitiva è prevista per dicembre.

L'uomo si trova negli Stati Uniti con un visto e, una volta stabilita la sua pena, sarà rimpatriato. Il reato di cui si è reso protagonista non è nuovo: nonostante sia difficile stabilire la frequenza delle molestie sessuali a bordo, secondo un report dell'FBI sono aumentate del 66% dal 2014 al 2017.

L'episodio è accaduto a gennaio, nel corso di un volo Las Vegas-Detroit. Una donna di 22 anni ha raccontato di essersi addormentata contro il finestrino. Quando si è svegliata si è ritrovata una mano nei pantaloni e ha subito notato che quest'ultimi, come la maglietta che aveva, erano stati sbottonati dal passeggero che le sedeva accanto, il quale la stava palpeggiando. L'uomo si è poi fermato, mentre la giovane allertava il personale di bordo.

Ramamoorthy è stato trattenuto dalle autorità una volta sceso dall'aereo. Si è difeso dicendo che era caduto in un "sonno profondo" e che la donna si era addormentata sulle sue ginocchia, dunque non sapeva di averle messo le mani addosso. All'FBI ha riferito che, forse giocando, le aveva aperto il reggiseno e sbottonato i pantaloni.

L'avvocato Matthew Schneider ha ringraziato la giovane per aver parlato dell'abuso subito: "Ognuno ha il diritto di sentirsi al sicuro quando viaggia su un aereo. Noi non tollereremo il comportamento di chiunque approfitti di una persona in una posizione o in uno stato vulnerabile. Apprezziamo il coraggio della vittima per aver fatto sentire la propria voce".

Continua a leggere su HuffPost