Si addormenta sul materassino: l’uomo non si è risvegliato in Sicilia

Si addormenta sul materassino: l’uomo non si è risvegliato in Sicilia

Incredibile l’esperienza vissuta da un ragazzo nel mare della Calabria. Come riporta la Capitaneria di Porto di Reggio Calabria, Luigi Vazzana, un 28enne, si è addormentato sul proprio materassino nel mare delle coste calabresi. Dopo alcune ore, il ragazzo si sarebbe svegliato nel bel mezzo dello stretto di Messina.

Secondo i Carabinieri e alcuni lidi balneari, l’uomo sarebbe stato ritrovato tra gli scogli della spiaggia di Scilla, in Calabria. “Non capisco perché vengono fuori notizie false su quanto è accaduto. Ho avuto sangue freddo, sono riuscito a stare lucido e questo mi ha permesso di resistere tante ore in acqua”, ha raccontato Luigi a ‘Il Corriere della Sera’.

Il racconto della vicenda

Il giovane si trovava in compagna di alcuni amici nella giornata di sabato 17 agosto. Intorno alle 17, Luigi Vazzana si è tuffato in acqua insieme al suo materassino. Come hanno sostenuto i militari della Guardia Costiera, il mare era piatto e non c’era traccia di vento: il pericolo di essere spinti a largo dalle correnti era quindi praticamente nullo. Dopo minuti di ricerche, gli amici dell’uomo hanno dato l’allarme alle forze dell’ordine.

“Una volta in acqua mi sono sdraiato sul materassino a pancia in su. Forse ho perso i sensi, può darsi abbia avuto un colpo di sonno. Fatto sta che mi sono ritrovato lontano dalla riva. Mi sono girato per capire dove mi trovassi e a quel punto mi sono accorto che il materassino era bucato. Me lo sono stretto al petto per impedire che si sgonfiasse completamente e anche per ripararmi dal freddo”, ha spiegato Luigi. “Adesso verranno a cercarmi mentre tremavo dal freddo e sentivo passare vicino a me tonni e pescespada”, ha concluso il ragazzo.