Si allontana la crisi nell'esecutivo, soddisfazione dai renziani

·1 minuto per la lettura
Crisi di governo, Italia Viva esulta per la scomparsa della governance
Crisi di governo, Italia Viva esulta per la scomparsa della governance

Sembra essersi allontanata per il momento la crisi di governo che negli ultimi giorni era stata paventata più volte dai parlamentari di Italia Viva. Dopo due ore di vertice con il presidente del Consiglio Conte, gli esponenti renziani sono riusciti a ricomporre la frattura che si era creata sulla questione della governance che avrebbe dovuto gestire gli oltre 200 miliardi di euro del Recovery Fund spettanti all’Italia. In precedenza infatti, il coordinatore di Italia Viva Ettore Rosato aveva parlato di fine del rapporto di fiducia tra loro e il governo, ma adesso le incomprensioni paiono essere rientrate.

Si allontana la crisi di governo

L’accordo emerso a seguito del vertice di Palazzo Chigi comprende il compito per la delegazione renziana di presentare un documento di supporto alla gestione dei fondi del Recovery Fund. Soddisfatta per il risultato raggiunto la ministra dell’Agricoltura Teresa Bellanova, che ai microfoni dei giornalisti ha risposto: “Finalmente il Presidente del Consiglio ha preso atto che le proposte di IV sono positive. […] È scomparsa la questione della governance, che si voleva portare in legge di bilancio con un emendamento. Ora quella parte non c’è più”.

Per quanto riguarda invece il documento che Italia Viva dovrà presentare, la Bellanova ha aggiunto: “Nel documento che ci è stato consegnato ieri sera ci sono solo 9 miliardi per la sanità e ne servirebbero molti di più. Perché non usare i 37 miliardi del MES che hanno meno condizionali dei fondi del NextGenUE? Non possiamo pensare di risolvere tutto con i bonus e la cassa integrazione, a meno di non trovarsi a marzo con milioni di disoccupati. Servono politiche strutturali, altrimenti non usciremo mai dall’emergenza sociale ed economica.