Si amplia programma Onda per integrazione persone con schizofrenia -3-

Cro/Mpd

Roma, 28 ott. (askanews) - "La schizofrenia in quanto disturbo psichico grave e dall'andamento complesso rappresenta una condizione cronica che si riflette sul piano personale, lavorativo, sociale e familiare", commenta Claudio Mencacci, Presidente Comitato Tecnico Scientifico di Onda e Direttore Dipartimento di Neuroscienze e Salute Mentale, ASST Fatebenefratelli-Sacco, Milano. "Sul piano sociale - sottolinea - persistono ancora oggi la discriminazione e lo stigma nei confronti dei soggetti affetti da schizofrenia, spesso dovuti a una scarsa conoscenza della malattia, che si ripercuotono inevitabilmente sul percorso terapeutico. Infatti, lo stigma percepito dal paziente influisce sfavorevolmente sulla sua autostima, suscitando sentimenti negativi e ostacolando l'obiettivo della recovery. Iniziative e opportunità come quelle offerte dal progetto Triathlon consentono al paziente di tentare di andare oltre l''etichetta' di malattia per appropriarsi di un'identità personale, valorizzando le proprie risorse".

Alcuni dei protagonisti del programma ECDL di Onda - i pazienti, i clinici e gli assistenti sociali che hanno supportato i partecipanti al corso, insieme a Fondazione Itaca, che si occupa da anni di iniziative di questo tipo - hanno testimoniato nel corso dell'evento tenutosi oggi all'ASL di Latina alla presenza del Sindaco Damiano Coletta, quanto progetti di questo tipo siano importanti non solo per acquisire conoscenze e abilità specifiche, ma soprattutto per l'impegno e la motivazione che richiedono nel perseguire un obiettivo utile a costruire un percorso di integrazione sociale e lavorativa.

(Segue)