Si chiama DentalSlim Diet Control e sui social ha ricevuto una vera e propria stroncatura

·3 minuto per la lettura
Il magnete blocca mandibola
Il magnete blocca mandibola

Dalla Nuova Zelanda arriva DentalSlim Diet Control, il magnete blocca mandibola, il nuovo apparecchio per la lotta all’obesità. Non bastava il covid, ora ci si mettono anche i neo zelandesi a rendere la nostra vita un inferno. Come? Con quella che a ben vedere è una vera e propria “museruola anti carbonara”. Usciamo dallo scherzo (ma hanno cominciato loro) e spieghiamola meglio: si tratta, a detta dell’Università di Otago, di una innovativa tecnica in campo medico, praticamente un dispositivo magnetico che serra la mandibola e consente un’apertura della bocca di massimo due millimetri, roba che così con la bocca a malapena ci fischi, figurarsi metterci dentro una forchetta con qualche rigatone infilzato distrattamente.

Magnete blocca mandibola: contro l’obesità la soluzione arriva dalla Nuova Zelanda

Il risultato? Chiunque avesse problemi di fame compulsiva ed obesità semplicemente non può addentare, masticare o degustare nulla di solido perché da un’apertura di due millimetri passano solo liquidi. Perciò addio mangiate pantagrueliche e benvenuti prodromi della linea con annesso benessere. Qui, su “benessere”, noi italiani ci fermiamo un attimo e, pur coscienti dei problemi serissimi che che l’obesità può dare, ci chiediamo se questa sia davvero la soluzione.

Obesità e magnete blocca mandibola: come funziona l’apparecchio

E con noi i social si sono fatti la stessa domanda scettica. Pare infatti che il dispositivo di aiuto alla dieta sviluppato tra l’altro con la collaborazione del Regno Unito non abbia trovato il gradimento di molte persone. Le specifiche tecniche sono elementari: l’apparecchio può essere installato direttamente dal dentista. Ma come è fatto il coso? Si tratta di due capsule che, grazie alla forza di un potente magnete (se potente al punto da bloccare un italiano davanti ad una cacio e pepe è tutto da dimostrare) , tengono uniti i molari superiori e inferiori. La bocca ha così un’apertura minimal e il gioco è fatto.

Magnete blocca mandibola contro l’obesità: sette volontarie lo hanno portato per due settimane

Il profilo twitter dell’ateneo di Otago, di cui vorremmo conoscere il rettore, spiega che “è una soluzione intraorale che limita una persona a una dieta liquida”. Insomma, si dimagrisce di cannuccia e ciucciando brodini, si soffre come bestie ma si scende di peso. E non sono mancate le “cavie”. L’apparecchio è stato impiantato a sette donne neozelandesi per due settimane e per quel periodo le stesse sono state tenute a stecchetto, con dieta liquida a basso contenuto calorico. Lo studio, pubblicato sul British Dental Journal, ha riportato una perdita di peso media di 6,36 kg per persona. Che poi le partecipanti abbiano palesato imbarazzo per quella serranda mascellare e che una di loro abbia ammesso di aver aspirato cioccolato fuso e sodas come se non ci fosse un domani questo è particolare trascurabile.

Magnete blocca mandibola, stroncatura social contro il dispositivo anti obesità

E i social? Dio li abbia stavolta in gloria, si sono scatenati: si va da “Strumento di tortura” a “cintura di castità orale”. Ma da Otago non demordono e fanno sapere: “La nostra intenzione non è quella di offrire uno strumento per la perdita di peso rapida. Piuttosto, lo scopo è quello di aiutare le persone obese che hanno bisogno di sottoporsi a un intervento chirurgico e che non possono farlo senza prima perdere peso”. Messa così pare più congrua. Ad ogni modo si accettano scommesse su quanti di questi cosi verranno impiantati al di qua delle Alpi. Le nostre mamme ci guardano.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli