Si concretizza una coalizione globale volta a far fronte alla crisi urbana dell’acqua e al cambiamento climatico attraverso una collaborazione tra attori pubblici e privati

·7 minuto per la lettura

Aziende, politici di vari partiti, comuni e cittadini svilupperanno e definiranno su misura innovazioni che reinventeranno il consumo idrico nelle abitazioni e daranno impulso a trasformazioni a livello di sistema

Lanciata oggi, la 50L Home Coalition (la "Coalizione") è una piattaforma globale orientata agli interventi effettivi che si propone di far fronte a due dei problemi mondiali più urgenti, la sicurezza dei rifornimenti idrici e il cambiamento climatico, mirando a reinventare il futuro dell’acqua e cambiare la narrazione sul consumo idrico domestico facendo di uno stile di vita all’insegna dell’efficienza – 50 litri di consumo quotidiano d’acqua – un’aspirazione irresistibile per tutti.

Il mondo attraversa una crisi urbana dell’acqua e le pressioni sulle nostre risorse limitate si fanno sempre più forti. Il 70% delle 20 megacittà del mondo sta già sperimentando scarsezza d’acqua o condizioni di siccità, con effetti dirompenti sulle aziende, minacciando la salute e inasprendo le diseguaglianze. L’abitazione media nei paesi in via di sviluppo è molto inefficiente e il consumo idrico medio per persona è alto – fino a 500 litri al giorno. Si stima che il 16% dell’utilizzo totale di energia in un’abitazione sia correlato all’acqua e una tale sproporzione contribuisce pure al cambiamento climatico.

La Coalizione promuoverà politiche, tecnologie e collaborazione intersettoriale per favorire il consumo idrico responsabile sia nelle strutture residenziali che in quelle commerciali come leva strategica in grado di trasformare la gestione urbana dell’acqua. Convocata dal 2030 Water Resources Group (2030 WRG), dal World Business Council for Sustainable Development (WBCSD) e dal Forum economico mondiale, la Coalizione è guidata da un gruppo pionieristico composto da rappresentanti dei settori pubblico e privato e della società civile – Arcadis, Electrolux, Engie, Kohler, Procter & Gamble e Suez. Rispondendo al Consiglio di amministrazione, dirigerà la 50L Home Coalition Braulio Eduardo Morera in qualità di direttore, a decorrere dal 15 dicembre.

La Coalizione collaborerà sulla base di quattro elementi fondamentali per accelerare i progressi verso il conseguimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile prefissati dalle Nazioni Unite: 6 (acqua pulita e igiene), 12 (produzione e consumo responsabili) e 13 (interventi per far fronte al cambiamento climatico):

  • Innovazione: sviluppare soluzioni in grado di far fronte al problema dell’efficienza del consumo dell’acqua nelle abitazioni e nel più ampio impianto idrico urbano.

  • Sensibilizzazione: trasformare il rapporto che le persone hanno con l’acqua, aiutando a ispirare modifiche dello stile di vita che influiscano sui comportamenti quotidiani.

  • Attuazione: lanciare progetti pilota nelle città che sperimentano problemi con l’acqua finalizzati a mobilitare stakeholder locali e promuovere attività di finanziamento.

  • Normazione: promuovere politiche, norme e quadri di riferimento del settore volti a trasformare il consumo idrico nelle abitazioni.

Nel facilitare la collaborazione sulla base di questi quattro pilastri, la Coalizione mira a fare del consumo responsabile dell’acqua nelle abitazioni un aspetto chiave delle strategie di resilienza, sicurezza della disponibilità d’acqua e salvaguardia del clima delle città.

"I nostri marchi raggiungono cinque miliardi di persone in tutto il mondo e a una tale portata si associa la responsabilità di innovare continuamente i nostri prodotti per contribuire a ridurre il consumo di energia, dell’acqua e delle risorse naturali", spiega Shailesh G. Jejurikar, Ceo di Fabric and Home Care presso Procter & Gamble e Co-Presidente del CdA della Coalizione "Abbiamo bisogno di una collaborazione senza precedenti fra aziende, governi e società civile per far diventare realtà il consumo quotidiano di 50 litri d’acqua a persona."

"Tramite la 50L Home Coalition, metteremo a frutto la nostra presenza globale, la nostra competenza nei processi chimici relativi all’acqua e la nostra capacità di creare prodotti innovativi in relazione all’acqua e all’efficienza del consumo energetico per accelerare un cambiamento positivo", continua Virginie Helias, Chief Sustainability Officer presso Procter & Gamble. "Dobbiamo stabilire accordi nell’intera catena del valore dell’acqua sia con attori pubblici che privati e coinvolgere le amministrazioni comunali e i cittadini. Insieme, possiamo realizzare questa visione ambiziosa e ispiratrice, reimmaginando come le persone vivono nelle loro case in modo da poter proteggere tutti insieme la nostra Casa comune."

"La 50L Home Coalition rappresenta un modo straordinario di interessare e sensibilizzare i consumatori affinché gestiscano con maggiore responsabilità l’acqua nelle loro case e per il pianeta", interloquisce David Kohler, Presidente e Ceo di Kohler Co. "Questa opportunità ci stimola ancora di più a innovare e introdurre sul mercato soluzioni e prodotti di prossima generazione che assicurino efficienza del consumo idrico e quindi offrano un valore trasformativo ai nostri clienti e partner. Siamo molto lieti di poter contribuire e di essere in compagnia di molte altre aziende lungimiranti che promettono di creare un cambiamento positivo."

"C’è ancora tempo per impedire che le nostre città non abbiamo più acqua a sufficienza, ma a tal fine dobbiamo operare tutti insieme", commenta Peter Oosterveer, Global Chief Executive di Arcadis. "Se possiamo ridurre il consumo idrico di ciascuna persona a circa 50 litri al giorno, possiamo aiutare a preservare questa risorsa per le generazioni future e apportare un contributo positivo alla lotta contro il cambiamento climatico. Questo spiega perché Arcadis si è unita alla 50L Coalition e perché stiamo operando per far sì che ognuno abbia accesso ad acqua pulita."

"I problemi relativi all’acqua, prima difficili da risolvere, ora sono diventati complessi. Acqua, salute, clima, energia, agricoltura rappresentano problemi interconnessi, a cui non si può far fronte separatamente", interviene Annelise Avril, Vicepresidente Senior Innovazione, Trasformazione digitale & Ricerca presso SUEZ. "Non esiste un singolo stakeholder che abbia la risposta completa. SUEZ si è unita alla 50L Home Coalition perché riteniamo che occorra unire le forze, combinare le capacità e competenze per ideare soluzioni adeguate."

"Il 2030 WRG offre un modello collaborativo multi-stakeholder che promuove il cambiamento attraverso interventi collettivi sul campo", spiega Karin Krchnak, Program Manager del 2030 WRG. "Siamo molto lieti di unirci alla 50L Home Coalition per trasformare come l’acqua viene utilizzata e apprezzata da tutti, particolarmente a livello urbano, mentre le città devono far fronte a rischi sempre maggiori di insicurezza riguardo all’acqua, condivisi da governi, dal settore privato e dalla società civile."

"La pandemia del 2020 ha messo in luce l’importanza dell’acqua come difesa sanitaria pubblica di prima linea. Quando siamo a casa, ne abbiamo bisogno per cucinare, pulire, idratare e per l’igiene", commenta Peter Bakker, Presidente e Ceo del World Business Council for Sustainable Development. "Le aziende offrono già soluzioni che riducono ed eliminano la necessità dell’utilizzo di acqua nelle case. Ma possiamo fare molto di più. Attraverso la 50L Home Coalition, vogliamo accelerare e definire su misura l’attuazione di soluzioni pratiche per la sostenibilità che raggiungano le abitazioni e avviino un cambiamento sistematico."

"Mentre le città devono far fronte all’esigenza sempre più pressante in tutto il mondo di rispondere alle richieste in competizione delle risorse idriche, diventa di importanza cruciale reinventare gli impianti idrici urbani per incrementarne la resilienza e l’efficienza", prosegue Dominic Waughray, Direttore generale del Forum economico mondiale. "Il modo ottimale per realizzare un cambiamento sistematico consiste nel creare coalizioni di più stakeholder e nel promuovere la cooperazione e l’innovazione in un gruppo di leader diversi – la 50L Home Coalition è un’interessante piattaforma globale orientata agli interventi effettivi che permetterà di realizzare questa visione."

"La 50L Home Coalition offre un’opportunità di accelerare innovazioni per consentire alle comunità di utilizzare in modo appropriato e responsabile le risorse idriche" conclude Braulio Eduardo Morera, Direttore della 50L Home Coalition. "Guardo con grande fiducia alla possibilità di mettere a frutto le capacità dei settori privato e pubblico e della società civile. Insieme costruiremo collaborazioni forti con politici di vari partiti, leader sia nazionali che locali e innovatori per aiutare le città a adattarsi al cambiamento climatico ed evitare crisi acute dovute a problemi con l’acqua."

Reinventare il consumo dell’acqua nelle abitazioni non è attuabile da una sola azienda o organizzazione. La Coalizione inviata dirigenti di aziende, amministratori comunali e autorità della società civile che fanno già ogni sforzo per risolvere la crisi urbana dell’acqua e far fronte al cambiamento climatico, a unirsi alla Coalizione. Per saperne di più sui progetti, sui membri o sui prossimi eventi della Coalizione, visitare 50lhome.org.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Vedi la versione originale su businesswire.com: https://www.businesswire.com/news/home/20201027006111/it/

Contacts

Rachel Stand
Hill + Knowlton Strategies
Rachel.Stand@hkstrategies.com
(516) 761- 5892