Si consegna il quindicenne che aveva accoltellato un altro minorenne a Trieste

La Squadra mobile diretta da Giovanni Cuciti ha individuato il ragazzo ritenuto responsabile dell'accoltellamento di un diciassettenne avvenuto sabato sera, 12 ottobre, sulle rampe della Scala dei Giganti in pieno centro a Trieste. È stato fermato un nordafricano di quindici anni, con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, nonché resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

D'intesa con la procura dei minori di Trieste, il ragazzo è in stato di fermo in una comunità, indagato per tentato omicidio e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

Il ferito, residente a Cervignano, è ricoverato all'ospedale di Cattinara in prognosi riservata. Le indagini, anche grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza, si erano subito focalizzate su due giovani coinvolti nella lite durante la quale sono stati sferrati alcuni fendenti. Uno dei due, un diciottenne kosovaro, è stato subito rintracciato vicino a piazza Goldoni. L'altro, invece, si è presentato domenica in questura confermando di avere accoltellato il giovane col quale aveva ingaggiato una discussione per futili motivi. Al vaglio della procura la posizione del diciottenne kosovaro.