Si era candidato con la lista “Norimberga 2” e a suo avviso serve un grande processo sulla pandemia

·1 minuto per la lettura
Lorenzo Damiano
Lorenzo Damiano

È di queste ore la notizia, non confermata ma rilanciata da molti media, per cui il leader dei no vax veneti Lorenzo Damiano sarebbe ricoverato in terapia subintensiva. Lorenzo Damiano è figura di spicco nella galassia No Vax del Veneto: leader del movimento “Norimberga 2” contro la “dittatura sanitaria” aveva corso per la poltrona di sindaco di Conegliano con quel simbolo.

Lorenzo Damiano in terapia subintensiva: di ritorno da Medjugorje ha contratto il covid

Damiano sarebbe stato ricoverato con i sintomi severi del Covid presso l’ospedale di Vittorio Veneto. Secondo quanto riportato da La Tribuna di Treviso ultimamente Damiano si era recato in pellegrinaggio a Medjugorje, poi come tanti altri, al ritorno dal santuario era risultato positivo al Coronavirus.

Chi è e come la pensa Lorenzo Damiano, il no vax finito in terapia subintensiva

Lorenzo Damiano era stato sempre fra i più duri oppositori del territorio di riferimento alla campagna vaccinale, tanto da far entrare quella lotta anche nel suo programma elettorale. Aveva detto, tra le altre cose: “Proporremo di abbattere i controlli sui Green Pass, istituiremo un fondo per aiutare economicamente soprattutto coloro che sono stati duramente colpiti dalle restrizioni del Covid”.

Voleva uno sportello per segnalare i vaccini: adesso Lorenzo Damiano è in terapia subintensiva

In più, a suo tempo fu fautore di “uno sportello informativo per capire e conoscere i vaccini anti Covid-19, dando la possibilità di segnalare eventuali reazioni avverse e di scegliere, liberamente e senza discriminazioni, di vaccinarsi”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli