Si finge pilota di Lufthansa per viaggiare più facilmente

Roberto Brunelli

L'hanno arrestato martedì sera all'aeroporto di Nuova Delhi, prima che riuscisse a prendere il volo AirAsia verso Calcutta. Vestito da pilota della Lufthansa. Solo che l'indiano Rajan Mahbouani non è affatto un pilota. Proprio come nel film "Prova a prendermi", con Leonardo Di Caprio.

A quanto racconta la Cnn, si fingeva tale per riuscire ad avere trattamenti preferenziali, i posti migliori sui voli, saltare i controlli della security aeroportuale e altri benefit. A quanto pare, il trucco ha funzionato alla perfezione per molto tempo. Finché non è stato bloccato all'Indira Gandhi National Airport fermato nella sua inappuntabile uniforme Lufthansa all'imbarco. Il vicecommissario di polizia di stazione all'aeroporto, Sanjay Bhatia, ha riferito alla Cnn che è stato un dipendente dello scalo ad avvertire gli uomini della sicurezza che "un passeggero sospetto sta impersonando un capitano della Lufthansa".

Precedentemente, era stata la AirAsia a chiamare la compagnia di bandiera tedesca per verificare l'identità del soggetto. A quanto pare, nessuno ci aveva mai pensato prima. Mahbubani, che vive a New Delhi, e' finito immediatamente in manette. Gli agenti gli hanno trovato un falso documento d'identità da pilota Lufthansa che utilizzava, appunto, per ottenere privilegi altrimenti impossibili. E' stato lo stesso Mabhubani a confessare di avere ottenuto il falso documento in Thailandia. A tradirlo, a quanto pare, sono stati i video che il 48enne non ha mancato di postare su vari social media, tra cui TikTok e YouTube, dove lo si vede sempre vestito da pilota: "Mi piace indossare uniformi", ha dichiarato l'uomo. Le forze di sicurezza hanno rapidamente trovato nella memoria del suo cellulare foto in cui è ritratto vestito da ufficiale d'esercito. Attualmente Rajan si trova in custodia. Se condannato rischia fino ad un anno di carcere e una multa.

La "recita" di Mahbubani ricorda in modo impressionante l'esperienza di Frank Abagnale, che effettivamente negli anni Sessanta ha girato tutto il mondo fingendosi pilota della PanAm durante una spettacolare carriera criminale portata nel 2002 sul grande schermo da Steven Spielberg in "Prova a prendermi". Ma, come ricorda anche la Cnn, in tempi recenti non è l'unico caso di falsa identità negli scali indiani: a settembre un uomo di 32 anni, Jayesh Patel, è stato arrestato sempre all'Indira Gandhi International Airport. Nel tentativo di prendere un volo per New York aveva tentato di farsi passare per un passeggero di 81 anni.