Si indaga per omicidio per la 16enne morta nel Bolognese

·1 minuto per la lettura

AGI - Ferite di arma da taglio, sul torace e sulla gola, e forse anche altre lesioni. È stata ritrovata senza vita in una scarpata in zona Monteveglio, nel Bolognese, poco lontano da casa, la ragazza di 16 anni scomparsa ieri nel Bolognese: di Chiara Gualzetti non si avevano più notizie e i genitori avevano lanciato un disperato appello per ritrovarla. Avrebbe avuto un appuntamento con un amico. Sul posto i carabinieri e il medico legale: si indaga per omicidio, cercando di ricostruire le ultime ore della giovane vittima, ritrovata vicino a un bosco nel territorio di Valsamoggia.  

Alcune ore dopo la scomparsa il padre, preoccupato, si era rivolto ai Carabinieri della Stazione di Bazzano (BO) che si erano attivati, dando il via alle ricerche. Al momento del ritrovamento, avvenuto tra i calanchi nel “Parco Regionale dell'Abbazia di Monteveglio”, poco lontano da casa, i militari si sono accorti che sul corpo della 16enne c'erano dei segni compatibili con arma da taglio. Allo stato delle indagini, non si conoscono i motivi dell'allontanamento. Le ricerche, con anche i volontari, sono durate solo alcune ore.   

La conferma della tragedia con un post su Fb del sindaco di Valsamoggia, Daniele Ruscigno, che aveva lanciato un appello sui social per ritrovare la ragazza. "E' stato ritrovato il corpo senza vita di Chiara durante le ricerche sul campo avviate nel pomeriggio da parte di tutte le autorità competenti - ha scritto il sindaco - coadiuvate da un numeroso gruppo di cittadini volontari che ringrazio. Una tragedia per tutta la famiglia. Le indagini sul decesso sono in corso". 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli