Si risveglia in obitorio, era stato dichiarato morto

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

Una storia che ha dell’incredibile. Peter Kigen, 32 anni, keniano, è infatti “resuscitato”. Dopo essere stato ricoverato in codice rosso per una brutta caduta in casa, l’uomo era stato dato per morto e portato subito in obitorio. Con grande sorpresa degli assistenti della sala mortuaria, Peter ha però ripreso conoscenza, proprio mentre lo stavano chiudendo nella bara.

Il fratello minore, che lo ha portato in ospedale, ho detto che Peter era stato ufficialmente dichiarato morto dai medici. Ma il sovrintendente della struttura, Gilbert Cheruiyot, ha spiegato ai giornalisti che il paziente non era deceduto, ma era stato portato all’obitorio dai parenti, senza che venisse emesso un certificato ufficiale di morte. Insomma, un’incomprensione che stava per costare molto caro al povero “Lazzaro”.

Kigen, che soffre di una malattia cronica, ha successivamente raccontato ai media locali di essere “felice di essere vivo e ha promesso di dedicare la sua vita all’evangelizzazione”. Proprio come Lazzaro.

GUARDA ANCHE - Mangiare frutta secca ogni giorno riduce rischio di morte prematura