Si rompe ghiacciaio e nasce un mini tsunami, paura tra i turisti

Lo spettacolo di un ghiacciaio che si trasforma in attimi di paura. Lo spettacolo di un enorme blocco di ghiaccio che si stacca e crolla fragorosamente nell’acqua. Siamo al ghiacciaio Breidamerkurjokull, nei pressi della laguna Jökulsárlón, in Islanda, dove l’altro giorno, appunto, un grosso blocco di ghiaccio si è staccato dal ghiacciaio finendo nel lago.

Spettacolare, certo, ma l’effetto coglie di sorpresa i turisti che si stavano godendo il momento. Il crollo, infatti, ha provocato una serie di onde anomale che sono arrivate fin sulla riva e hanno costretto i turisti alla fuga. “Questa zona è accessibile solo con le guide esperte e tutti i turisti che si trovavano lì nel momento del crollo erano stati precedentemente allertati. Il blocco di ghiaccio finito in acqua era particolarmente grande e tutti ci siamo spaventati un po’, ma nessuno è stato travolto dalle onde” ha dichiarato alla stampa una delle guide e autore del video.

Il Breiðamerkurjökull è una grande lingua di ghiaccio che discende dal versante meridionale del ghiacciaio Vatnajökull, nel sud-est dell’Islanda.

Il Breiðamerkurjökull è una grande lingua di ghiaccio che discende dal versante meridionale del ghiacciaio Vatnajökull, nel sud-est dell’Islanda. Alla fine del XIX secolo la lingua del ghiacciaio si spingeva fino al mare, ora è situata a più di 3 chilometri dalla costa. Durante la sua ritirata, lungo il suo bordo si sono formati una serie di laghi glaciali, tra cui i principali sono il Breiðárlón e, appunto, il Jökulsárlón.

Jökulsárlón è il più grande e più conosciuto lago di origine glaciale dell’Islanda. Situato a sud del ghiacciaio Vatnajökull, tra il Parco nazionale Skaftafell e la città di Höfn, apparve per la prima volta tra il 1934 e il 1935 e dal 1975 crebbe dai 7,9 km² agli attuali 18 km² di superficie, a causa dello scioglimento accelerato dei ghiacciai islandesi. Possiede una profondità massima di 260 m, il che lo rende il lago più profondo d’Islanda. Una delle sue caratteristiche più sorprendenti è la presenza di numerosi iceberg che derivano dalla lingua del ghiacciaio del Breiðamerkurjökull. Vicino allo Jökulsárlón si trovano altri due laghi glaciali: il Fjallsárlón e il Breiðárlón.

Potrebbe anche interessarti:

Ecco il primo batterio creato al computer

Possiamo capire se ci stiamo ammalando leggendo il dna?

Pesci d’Aprile 2019, la collezione delle ‘bufale’ d’autore