Si scalda l'asse Milano-Londra: il Milan parla col Chelsea di Ziyech e Bakayoko, accordo con Giroud

·2 minuto per la lettura

L'asse Milano-Londra, complici le prime temperature veramente estive e da calciomercato, in queste ore si sta surriscaldando a livelli infuocati. La join venture tra Milan e Chelsea, che ha già portato in dote in questa sessione di mercato l'arrivo di Fikayo Tomori dal Tamigi al Lambro, in cambio di 28 milioni di euro, ora riprende vertiginosamente quota per quanto concerne il futuro di tre giocatori in esubero dai Blues che intrigano particolarmente Paolo Maldini e Ricky Massara: l'esterno d'attacco Hakim Ziyech, classe 1993, l'attaccante Olivier Giroud, classe 1986, e il centrocampista classe 1994 Tiemoue Bakayoko, nell'ultima annata al Napoli e vecchia conoscenza per i rossoneri. Le discussioni su questi tre profili fervono all'impazzata.

SUGGESTIONE ZIYECH, SERVE TEMPO - Come vi abbiamo raccontato negli scorsi giorni, l'interesse del Milan per l'ex Ajax, che è in uscita dal Chelsea, è molto forte: ritenuto il profilo ideale per rinforzare la fascia destra, nell'ultima stagione con i Blues, dopo l'arrivo di Tuchel in panchina, ha raccolto pochissimo spazio. Gli inglesi vorrebbero fare cassa con la sua cessione, ma se non dovessero arrivare offerte concrete nelle prossime settimane allora potrebbero aprire al prestito con diritto o obbligo di riscatto, quello a cui puntano i dirigenti rossoneri. Il marocchino piace tanto, ci sono già stati contatti tra le parti ma in occasione delle prossime settimane se ne riparlerà approfonditamente: si tratta comunque di un affare che può prendere quota anche nelle ultime settimane di mercato.

I DISCORSI PER BAKAYOKO: RITORNO POSSIBILE - Per rinforzare il centrocampo della prossima stagione il Milan sta lavorando su tavoli diversi: quello legato a Sandro Tonali, ma anche la ricerca di un mediano per completare il reparto, dopo l'addio di Meite e anche in vista della Coppa d'Africa che a gennaio vedrà impiegati sia Ismael Bennacer che Franck Kessie. L'ultima idea porta al ritorno in rossonero del francese di proprietà del Chelsea, ma che ha giocato l'ultima stagione in prestito al Napoli di Gattuso: Bakayoko si è proposto al vecchio club, ma deve liberarsi dai Blues, che chiedono ancora 15 milioni di euro, nonostante la scadenza di contratto tra un anno.

ACCORDO CON GIROUD, I DETTAGLI - L'ultimo capitolo riguarda Olivier Giroud, il più vicino alla Madonnina: con l'attaccante della nazionale francese l'accordo c'è già, per un contratto da due anni da 4 milioni circa l'anno, sfruttando anche il Decreto Crescita. L'ex Arsenal deve liberarsi dal rinnovo contrattuale di una sola stagione esercitato unilateralmente dal Chelsea, che non sembra però voler fare opposizione. Insomma, la sinergia rosso-nero-Blues va avanti e chissà che non possa recare in dote al Milan altri giocatori di proprietà dei londinesi.

@AleDigio89

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli