Si suicida a 15 anni: era stata rapita e destinata alla tratta del sesso

ragazza si suicida a 15 anni

Si chiamava Leticia Serrano ed è stata rapita quando aveva 13 anni. Vittima della tratta del sesso, per due lunghi anni è stata ceduta ripetutamente ad altri uomini per prestazioni sessuali per poi esser nuovamente rinchiusa dal suo carceriere e rapitore. Dopo due anni di prigionia e abusi è stata liberata ed è tornata nella casa dei genitori, a Houston. Però qualcosa dentro di lei si era rotto per sempre: la mattina del 12 ottobre Leticia si chiude in bagno e si suicida a soli 15 anni.

Ragazza si suicida a 15 anni

Leticia è morta tra le braccia del padre che, fino all’ultimo, ha cercato inutilmente di salvarle la vita. La 15enne, da quando era stata liberata, aveva cercato di scappare almeno due volte per tornare dal suo rapitore. Il suo corpo non era più rinchiuso ma la sua testa era ancora in prigione.

Secondo le indagini degli inquirenti, l’uomo avrebbe agito insieme ad altri tre. Leticia sarebbe stata drogata e costretta a entrate nel giro dello sfruttamento sessuale. Il padre dell’adolescente chiede giustizia per la figlia e la famiglia vuole sensibilizzare la città di Houston sul tema del traffico di esseri umani. Si parla di migliaia di persone rapite ogni anno in tutto il Texas per essere destinate alla tratta del sesso. La famiglia sta anche organizzando una raccolta fondi per il suo funerale.

Stando all’ultimo report pubblicato dall’organizzazione Save the Childreen, in Italia sono 1660 le vittime dello sfruttamento sessuale nel 2019. Il numero sale a 20.500 se si prende in considerazione l’intera Unione europea.