Si sveglia dal coma e accusa l’assassino dell’amica. “Così è stata uccisa Marianna”

HuffPost
1 / 2

Si sveglia dal coma e accusa l’assassino dell’amica. “Così è stata uccisa Marianna”

Marianna, infatti, e morta con 19 coltellate, inferte dall'uomo che avevadeciso di lasciare

Un mese dopo l’omicidio della sua amica e collega Marianna Sandonà, Paolo Zorzi, padovano di 45 anni, si è svegliato e ha raccontato ai carabinieri per filo e per segno l’aggressione mortale, a colpi di coltello, da parte di Luigi Segnini, ex convivente della donna. A raccontare la storia è il Corriere della Sera, oggi in edicola:

Si è svegliato dal coma farmacologico urlando, convinto di essere ancora davanti a quell’uomo armato che si accaniva come una furia sulla sua amica e collega di lavoro. Provando ancora la stessa sensazione di impotenza e disperazione, pronto a scagliarsi sull’assassino, a subire a sua volta delle coltellate, a rischiare la vita pur di salvare quella donna, senza purtroppo riuscirci.

GUARDA IL VIDEO: I numeri del femminicidio

Marianna, infatti, è morta con 19 coltellate, inferte dall’uomo che aveva deciso di lasciare. L’omicidio si è consumato a Montegaldella,nel Basso Vicentino. Per poco non è morto anche Zorzi: una coltellata gli aveva perforato un polmone.

Al suo risveglio dal coma, questa la sua ricostruzione, riportata dal Corrire

“È sceso dall’auto con il coltello” ha raccontato Zorzi ai carabinieri [...]. L’uomo non riesce a togliersi dalla mente quella scena nel piazzale del condominio, la rivive di continuo, con il peso di aver perso un’amica. Un incubo. Una maledizione per il padre di famiglia di Cervarese Santa Croce. Marianna gli aveva chiesto di esserci quel sabato pomeriggio durante l’ultimo incontro con l’ex compagno, per fare da testimone, e probabilmente per aiutarla e proteggerla, considerando i rapporti tesi dopo la rottura del rapporto con il camionista. Un ultimo incontro a cui Segnini si è presentato con un coltello dalla lama di dieci centimetri.

 Luigi Segnini, 38enne di Torri di Quartesolo, è in carcere a Padova. Dopo la duplice aggressione, aveva provato a suicidarsi con più coltellate all’altezza del collo. Ma i medici lo hanno salvato e ora dovrà rispondere di fronte alla giustizia.

LEGGI ANCHE: Treviso, donne uccidono uomo a bastonate: "Lo abbiamo fatto per difenderci"

LEGGI ANCHE: Sharon Stone dopo l’ictus: “Io dimenticata da tutti come Lady Diana”

 

Continua a leggere su HuffPost