Si tratta di un contributo straordinario sotto forma di credito di imposta per luce e gas

In cosa consiste il bonus bar e ristoranti
In cosa consiste il bonus bar e ristoranti

Ecco come funziona il bonus per bar e ristoranti contro il caro energia, si tratta di un contributo straordinario sotto forma di credito di imposta per luce (energia elettrica) e gas. Dove è normato? Nel decreto Aiuti ter ed è in favore delle imprese per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale. Il cardine è l’impennata del credito di imposta, dal 25% al 40% per “imprese energivore, gasivore e quelle con grande consumo di gas”.

Ecco il bonus per bar e ristoranti

Attenzione però: gli interventi andranno a coprire solo i costi di ottobre e novembre “se superiori al 30% rispetto ai consumi sostenuti nel 2019”. Per quanto riguarda l’estensione del credito d’imposta per far fronte alle maxi bollette la novità è che essa andrà ad investire anche le imprese più piccole che consumano meno di 16Kwh (si partirà da 4,5Kwh). In questo caso lo sconto sarà “del 30% della spesa sostenuta per l’acquisto di componenti energetici dei mesi di ottobre e novembre 2022 superiore al 30% del prezzo medio riferito allo stesso periodo 2019”, come spiega il Sole 24Ore.

Due mesi ma con platea allargata

Il nodo è il timing, con la misura che avrà validità solo per due mesi ma che ha dalla sua il sostegno anche alle attività commerciali come bar, ristoranti e pizzerie. Si tratta di circa 2 milioni di esercizi, a contare anche le società sportive. Il credito di imposta andrà usato per compensare e non formerà imponibile ai fini Ires, Irpef e alla base imponibile Irap.