Si tuffa in piscina e muore: tragedia in un centro fitness di Roma

piscina roma morte

Tragedia nel quartiere Africano di Roma a seguito della morte di un uomo di 45 anni. All’interno del centro fitness “Somalia Sport Club“, la vittima avrebbe accusato improvvisamente un malore. Inutili i soccorsi. Sul caso indaga la Polizia di Stato.

Tragedia in piscina

Lutto nel quartiere Africano di Roma. Nella serata di mercoledì 22 gennaio, un uomo – all’interno del centro fitness “Somalia Sport Club” – sarebbe morto a seguito di un tuffo nella piscina della struttura. La vittima, Antonio, quarantacinquenne romano, avrebbe improvvisamente accusato un malore, non riuscendo a riemergere in superficie. Secondo le prime informazioni diffuse, a dare l’allarme sarebbero state le persone che in quel momento erano in acqua. Immediato l’intervento del bagnino di turno, che lo avrebbe soccorso portandolo a bordo vasca per praticargli le manovre di rianimazione cardiopolmonare. Prontamente allertato anche il 112 che, una volta sul posto e intervenuto, nulla avrebbe potuto se non constatare la morte dell’uomo. Sul decesso di Antonio indaga la Polizia di Stato del Commissariato Vescovio: gli investigatori hanno fatto sapere che tutte le procedure di soccorso risultano essere state tempestive. Si cerca di far luce ora sulle cause che avrebbero provocato il fatale malore.

Le parole del Somalia Sport Club

“A seguito di un evento luttuoso verificatosi nella serata di mercoledì 22 gennaio, l’impianto Somalia Sport Club resterà chiuso per l’intera giornata di giovedì 23 gennaio. Le attività riprenderanno venerdì 24″, si legge sulla pagina ufficiale Facebook del centro fitness romano. “La direzione e lo staff si uniscono al dolore della famiglia e degli amici”. La salma, si apprende, è stata trasferita in obitorio e sarà sottoposta ad autopsia, dove i risultati degli esami faranno luce sulle cause della morte del quarantacinquenne.