Si vendica contro l'ex capo distruggendo l'auto e dando fuoco al locale con i clienti dentro

Vigili del fuoco
Vigili del fuoco

In arresto cameriere che prende a mazzate la macchina dell’ex capo e dà fuoco al ristorante. È successo a Sirolo, in provincia di Ancona, durante la notte tra il 17 e il 18 novembre. Si tratta di un uomo di trentanove anni di Porto Potenza Picena che, dopo il mancato rinnovo del contratto di lavoro da parte del proprietario del Ristorante Terrazzamare Sirolo, ha organizzato una vendetta sfrontata.

Blitz in piena notte

Erano circa le ore 2:30 di notte, quando il cameriere ha iniziato a colpire con una mazza da fabbro la Range Rover dell’ex capo, finendo per dare fuoco al locale. Non ha agito da solo: la compagna faceva da palo per controllare che non arrivassero terzi, così che l’uomo potesse agire indisturbato fino alla fine.

Ricostruzione dell’incendio

Dopo essersi introdotto all’interno del locale attraverso la rottura di una parete vetrata, l’uomo avrebbe cosparso dei tavoli accatastati a ridosso di una parete del ristorante con del liquido infiammabile, al fine di distruggere l’intera struttura. Le superfici ignifughe presenti hanno evitato il peggio, trattenendo la dispersione delle fiamme, che altrimenti sarebbero arrivate in poco tempo anche all’abitazione della vittima e a una struttura bed and breakfast, situate al piano superiore.

Denunciato e arrestato

Accusato di danneggiamento aggravato e tentato incendio, il trentanovenne si trova ora agli arresti domiciliari a Reggio Emilia. Le indagini sono state affidate ai Carabinieri della stazione di Numana, coordinati dalla Compagnia di Osimo e dal comandante Luigi Ciccarelli.