"Siamo con voi", la polizia accanto ai manifestanti

webinfo@adnkronos.com

Poliziotti inginocchiati a Coral Gables, in Florida. O a Brooklyn, New York. E poi c'è lo sceriffo di Flint, in Michigan, che abbandona casco e manganello per marciare con i suoi concittadini. Si moltiplicano gli episodi in cui le forze dell'ordine, negli Stati Uniti, esprimono sostegno nei confronti di chi, civilmente, protesta dopo la morte di George Floyd. 

La foto degli agenti di Coral Gables, tutti inginocchiati in strada, ha fatto il giro del mondo. Così come le parole di Chris Swanson, sceriffo di Flint. "Vogliamo essere con voi, davvero. Mi sono tolto l'elmetto, loro hanno lasciato i manganelli. Voglio che questa sia una parata, non una protesta. Questi agenti vi amano, abbracciano le persone. Diteci cosa fare", le parole di Swanson, a cui la folla replica con il coro ''marciate con voi". 

 

 

Scene simili in altre parti del paese, in particolare in New Jersey. Nella contea di Camden, gli agenti hanno sfilato accanto ai manifestanti per ricordare e rendere omaggio a George Floyd.