Sibilia (M5s): non si può riconsegnare Paese a Renzi e Berlusconi

Pol-Afe

Roma, 8 ago. (askanews) - "Mi auguro che chi sta esasperando la tensione in queste ore valuti il fatto che consegnare l'Italia a Renzi o a Berlusconi sarebbe una sciagura per i cittadini. Mi auguro si faccia il possibile per evitare un tale supplizio agli italiani, altrimenti significherebbe voler bene solo a se stessi e non al Paese. Significherebbe dire addio definitivamente alla riduzione delle tasse per le imprese, alla flat tax e al salario minimo. Perché lo sappiamo già cosa è successo in Italia con il PD e Forza Italia al governo. Aumento delle tasse, meno posti di lavoro e meno diritti. Ognuno si prenda la responsabilità delle sue scelte". A dichiararlo è il Sottosegretario Carlo Sibilia in un post su Facebook.

Sibilia ha poi aggiunto: "Quindi fatemi capire: tutta sta 'cagnara' perché il 9 settembre c'è il taglio dei parlamentari e i partiti hanno un po' paura? Certo che ste poltrone fanno perdere la testa a tutti. Fra 30 giorni, a partire da oggi, i parlamentari da 945 diventeranno 600. Meno soldi sprecati, più efficienza e più velocità. Confido che saremo tutti lì uniti a votare per uno dei punti cardine delle proposte del MoVimento 5 Stelle. Se c'è una forza politica che non sta attaccata alle poltrone come le cozze quella siamo proprio noi".