Siccità, Confagri Toscana: preoccupano ortaggi pomodori e girasoli

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 23 giu. (askanews) - "L'esito del vertice in Regione sulla siccità non ci sorprende ma rafforza le nostre preoccupazioni. Con i problemi legati alla siccità il rischio è che gli agricoltori subiscano quest'anno l'ennesima mazzata, dopo gli aumenti dei costi di produzione". A dirlo è il presidente di Confagricoltura Toscana Marco Neri, commentando l'incontro dell'assessora regionale all'Ambiente Monia Monni con l'Autorità idrica toscana, le Autorità di Distretto, l'Anci, Upi e Anbi.

"In tempi normali potremmo dire che piove sul bagnato - dice Neri - In realtà qui purtroppo è l'opposto a livello materiale: non piove, anzi la terra brucia su una situazione già infuocata. I problemi non sono solo i cereali: la preoccupazione è pure sulle colture, a cominciare da ortaggi e pomodori. Questi prodotti hanno bisogno della falda acquifera, ma con la siccità i livelli si abbassano. Inoltre nel Livornese, ad esempio Venturina, e nel grossetano l'abbassamento della falda porta il problema del cuneo salino: l'acqua diventa troppo salata e questo porta numerosi problemi".

"Se ortaggi e pomodori stanno risentendo in modo pesante della situazione - conclude il presidente di Confagricoltura Toscana - e la coltivazione dei girasoli subirà una diminuzione del 50%".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli