Siccità, Toti: ok a stato emergenza in Liguria passo fondamentale

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Genova, 1 set. (askanews) - "Il riconoscimento dello stato di emergenza è un passaggio indispensabile per intervenire in modo strutturale rispetto alla situazione di siccità che in questi mesi ha colpito il nostro territorio ma anche per limitare il rischio che una situazione analoga si ripeta in futuro. Le risorse stanziate dal governo serviranno per mettere in campo le opere di somma urgenza così da dare respiro alla nostra rete idrica". Lo afferma in una nota il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, commentando l'ok da parte del Consiglio dei Ministri al riconoscimento dello stato di emergenza per la siccità in Liguria, con lo stanziamento di 5,7 milioni di euro a fronte di una richiesta per complessivi 7,5 milioni di euro.

"Oltre a questo - sottolinea Toti - come Regione abbiamo proposto anche alcune formule per investimenti strutturali, su cui abbiamo una qualche esperienza per aver investito oltre 300 milioni di euro per interventi di mitigazione del rischio dopo la mareggiata 2018".

"L'impegno della Regione Liguria - aggiunge l'assessore regionale alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone - resta costante e immutato per fronteggiare una crisi davvero grave. Ci interfacciamo quotidianamente con gli enti gestori che sono pronti a intervenire a partire già dai prossimi giorni. Nel medio e lungo periodo, invece, riteniamo fondamentale varare un piano infrastrutturale di sistema, simile a quello predisposto dopo la mareggiata del 2018, per avere cifre a disposizione su più anni e programmare gli interventi strutturali necessari".

"Questo - conclude l'assessore ligure - ci consentirebbe di affrontare il problema non dal punto di vista emergenziale, visto che, comunque, la tendenza non crediamo migliorerà nei prossimi mesi e nei prossimi anni a causa dei cambiamenti climatici".