Sicilia, 42 ordigni neutralizzati grazie a palombari Comsubin -2-

Red/Nav

Roma, 26 ago. (askanews) - Tutti gli ordigni ritrovati, risalenti alla seconda guerra mondiale, sono stati rimossi e sono stati trasportati in zone di sicurezza, individuate dalle competenti Autorità Marittime, dove i Palombari di Comsubin li hanno neutralizzati attraverso le consolidate procedute in uso al Gruppo Operativo Subacquei tese a preservare l'ecosistema marino.

Al termine dell'operazione, il comandante del Nucleo S.D.A.I. di Augusta, Tenente di Vascello Marco Presti, ha spiegato: "Nelle tre settimane abbiamo percorso numerosi chilometri per raggiungere le diverse località dov'era stata denunciata la presenza di probabili ordigni esplosivi. Così, siamo intervenuti per verificare quanto segnalato da coscienziosi cittadini e abbiamo provveduto a rimuovere sia dai fondali marini che dalle spiagge 1 mina anticarro, 1 bomba da mortaio, 8 proiettili di grosso calibro, 32 di medio calibro oltre a una spoletta. Tutti in perfetta condizione di conservazione. A seguito degli interventi è stata ripristinata la sicurezza alla navigazione e alla balneazione. I ritrovamenti di questo genere vanno denunciati immediatamente alla Capitaneria di Porto, o alla più vicina stazione dei Carabinieri, in quanto i manufatti possono essere molto pericolosi e pertanto non devono essere toccati o manomessi". (Segue)