Sicilia, ad Augusta si completano 90 alloggi di contrada scardina

Gci

Roma, 13 ott. (askanews) - Prosegue il programma del governo Musumeci per completare le opere pubbliche incompiute e rilanciare le politiche abitative in Sicilia. La giunta regionale, in questa logica, ha approvato, su proposta dell'assessore alle Infrastrutture Marco Falcone, la riprogrammazione delle economie dei fondi ex Gescal. Via libera, così, a stanziamenti che incrementeranno il numero di alloggi a disposizione di fasce deboli, anziani e giovani, attraverso il recupero e la riqualificazione del patrimonio edilizio degli Istituti autonomi case popolari in varie province dell'Isola.

Ad Augusta, nel Siracusano, in particolare si dà seguito all'impegno preannunciato durante il sopralluogo dell'assessore Marco Falcone agli alloggi popolari di contrada Scardina. Il Governo Musumeci finanzia con due milioni e 800mila euro il completamento di novanta appartamenti incompiuti da decenni.

"Un'altra promessa - fa notare il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci - mantenuta. In questo modo ridiamo anche dignità al denaro pubblico speso negli anni, oltre ad assicurare un'abitazione dignitosa a chi non ce l'ha".

"Continuiamo a indirizzare gli investimenti della Regione - commenta l'assessore Falcone - sul binario di virtuose politiche abitative. Con un duplice beneficio: archiviamo la vergogna delle incompiute e risaniamo i contesti urbani, dando finalmente una casa a chi la aspetta da tempo".