Sicilia, altri due comuni in zona rossa

·2 minuto per la lettura
zone rosse Sicilia
zone rosse Sicilia

Si contano due nuove zone rosse in Sicilia. Si tratta di Favara e Caltabellotta, dove è stato individuato un cluster in seguito a un banchetto nuziale. Lo ha stabilito una nuova ordinanza del governatore siciliano Nello Musumeci. La decisione è stata presa dopo il brusco incremento dei contagi.

Due nuove zone rosse in Sicilia: i numeri

Sono 552 i nuovi casi di coronavirus in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 18.038 tamponi processati. Stabile il tasso di positività, che resta fermo al 3.1%. Tre i decessi registrati nell’ultimo bollettino.

156 i ricoveri ordinari, +2 rispetto al giorno precedente. Sono 21 i pazienti ricoverati in terapia intensiva (-1 e nessun nuovo ingresso). Il dato dei ricoveri assumerà probabilmente un ruolo sempre maggiore nella definizione delle nuove fasce di rischio. Dopo l’incontro tra governo e regioni, sembra certo che la Sicilia entrerà in zona gialla, con un’occupazione delle terapie intensive superiore al 5% dei posti letto a disposizione e con quella dei reparti ordinari superiore al 10%. Con l’ultimo bollettino, la Sicilia ha raggiunto il 3,3% per le terapie intensive e il 5,2% per i reparti ordinari. In isolamento domiciliare sono 5.623. I guariti sono 130. Anche oggi la Sicilia è seconda per incidenza (56), preceduta dalla Sardegna (66).

Dopo la provincia di Agrigento, con 121 nuovi casi, seguono Catania con 91 e Caltanissetta con 86. Poi Ragusa con 67 nuovi contagi, Palermo con 65, Trapani con 51, Enna con 37, Siracusa con 31 e infine Messina con 3.

Due nuove zone rosse in Sicilia

Come previsto dalla nuova ordinanza voluta da Nello Musumeci, Caltabellotta e Favara, in provincia di Agrigento, diventano zona rossa. I comuni che hanno subito le restrizioni in totale sono sei.

Il provvedimento sarà in vigore dal 22 al 29 luglio 2021.

Tutte le zone rosse in Sicilia

Riesi, Mazzarino, Piazza Armerina e Gela sono le prime quattro zone rosse introdotte in Sicilia. Ora si aggiungono Favara e Caltabellotta.

Il sindaco di Gela, Lucio Greco, ha dichiarato: “Più che pensare a nuove ordinanze, la prima cosa da fare è spingere affinché si arrivi ad una modifica della normativa che regolamenta, a livello nazionale, la proclamazione delle zone rosse. Non è più possibile basarsi solo sulla linea dei contagi: bisogna tenere conto, in primis, degli indici di ospedalizzazione”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli